Seguici su

Cerca nel sito

Ninfa passa a Piacenza in tre settimane

Sottile: "Siamo in corsa per i playoff. Era per noi una delle prime tre finali, la prima l’abbiamo passata"

Più informazioni su

Il Faro on line – Ninfa supera in tre set la Lpr e rimette la testa in avanti sui playoff. Un risultato quello del posticipo della 20ma giornata della Superlega UnipolSai importante per i pontini che ora salgono all’ottavo posto in classifica scavalcando Monza di due e Ravenna di tre lunghezze. Nulla è ancora deciso per la griglia dei playoff, saranno gli scontri diretti delle ultime due giornate a determinare la classifica finale. Latina sbroglia il compito in Emilia con un primo set quasi perfetto e un recupero nel secondo per poi chiudere in crescendo il terzo. Il campionato non osserva soste, domenica c’è già in programma un altro scontro diretto con Molfetta, al PalaBianchini alle 18.

Ninfa inizia con l’acceleratore al massimo e si porta con Hirsch e Sket sull’1-7 e incrementa con Yosifovo e Sket sul 3-12 ipotecando il set, c’è da annotare un muro di Rossi sull’8-17, un ace di Tencati sul 13-20 e poi Maruotti e un errore di Ter Horst chiudono 15-25. Giuliani conferma nel secondo set Tavares e Ter Horst ma inserendolo come opposto e ruota la formazione, c’è equilibrio fino al timeout tecnico e Placì inserisce Pavlov, poi Ter Horst e Papi allungano 19-14, sui servizi di Maruotti Latina mette a segno un parziale di 5-0 e rovescia con Pavlov e Sket 20-21 e nel finale ancora lo sloveno per il 22-25. Terzo set con Pavlov confermato e Giuliani che rimescola formazione, s’inizia in equilibrio, Maruotti allunga 12-15, i locali recuperano con un ace di Tavares sul 17 pari, ma Ninfa allunga con gli ace di Maruotti e Rossi sul 19-23, è un muro di Yosifiv a chiudere 20-25.

Alberto Giuliani schiera Coscione al palleggio e Perrin opposto con compiti di ricezione, Kohut e Tencati centrali, Zlatanov e Papi di banda, Lampariello libero. Camillo Placì risponde con Sottile in regia e Hirsch opposto, Rossi e Yosifov al centro, Maruotti e Sket schiacciatori, Romiti libero.Doppio errore di Perrin (0-2 e 1-4), contrattacco di Hirsch 1-5 e Giuliani chiama tempo. Errore di Papi e contrattacco di Sket (1-7) dentro Ter Horst, primo tempo di Yosifov (3-10) dentro Tavares, doppio contrattacco di Sket, 3-12 per il timeout tecnico. Errore di Rossi (8-15), muro di Rossi, 8-17 e gli emiliani fermano il gioco.
Ace di Tencati (13-20), contrattacco di Maruotti (14-23), errore di Ter Horst che chiude il set 15-25.Giuliani conferma Tavares e Ter Horst ma come opposto e ruota la formazione nel secondo set, muro di Yosifov (2-3), contrattacco di Maruotti (4-6), errore di Maruotti (6-6), dentro Pavlov sull’8-9, errore di Rossi e contrattacco di Ter Horst (11-9), muro di Sket (11-11) e si va al timeout tecnico sul 12-11. Contrattacco di Zlatanov ed errore di Sket, 14-11 e Placì chiama tempo. Contrattacco di Ter Horst, 18-14 e timeout Latina.

Contrattacco di Papi (19-14), contrattacchi di Pavlov e Sket, 20-18 e gli emiliani fermano il gioco. Si riprende con un contrattacco di Pavlov (20-19), dentro Perrin, invasione di Perrin e contrattacco di Sket, 20-21 e tempo richiesto da Giuliani. Contrattacco di Sket e fallo in palleggio di Papi che chiude sul 22-25.Terzo set con Pavlov confermato e Giuliani che rimescola formazione, ace di Ter Horst (5-4), errore di Tencati (9-10) e sull’11-12 arriva il timeout tecnico. Errore di Zlatanov (11-13), contrattacco di Maruotti, 12-15 timeout Piacenza. Dentro Tailli per la seconda linea, contrattacco di Papi (14-15), fallo di seconda linea di Zlatanov (14-17), ace di Tavares ed errore di Maruotti, 17-17 con Placì che chiama tempo. Ace di Sottile, 17-19 ed è il turno di Giulini per fermare il gioco. Ace di Maruotti (18-21), ace di Rossi (19-23), dentro Hirsch per alzare il muro che viene da Yosifov per il 20-25 finale.

Daniele Sottile: “Siamo in corsa per i playoff. Era per noi una delle prime tre finali, la prima l’abbiamo passata. Venivamo da un periodo difficile ricco di infortuni questi tre punti ci danno la forza per andare avanti. Hirsch ci ha dato una grande mano è stato uno degli opposti rivelazione del campionato, poi ha avuto qualche problema insieme a Sket. Ora stanno recuperando come anche Plavov, che ha un grandissimo, lavora con tanta umiltà, speriamo di averlo in avanti, è veramente forte. Noi dobbiamo guardare a noi stessi e lo scontro con Molfetta è molto importante, speriamo di trovare il nostro pubblico e portare a casa un’altra vittoria”.

Più informazioni su