Seguici su

Cerca nel sito

L’ombra di Cerroni su Cupinoro

Comitati Uniti: "E’ un 'potere invisibile' quello dei poteri forti, delle multinazionali, delle aree di competizione globale"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Lo abbiamo detto in piazza a Ladispoli e arriva la conferma anche dalla stampa. E’ un allarme serio e la nuova Malagrotta tenuta a bada per circa tre anni, si ripropone con un bando di gara del commissario straordinario di Bracciano per fare cassa sulla salute e sulla vita del territorio. Cerveteri sara’ una delle zone piu’ danneggiate da una decisione di un Commissario che lascerà il suo mandato tra qualche mese prima delle elezioni comunali e il nuovo sindaco ai piedi del maniero Orsini-Odescalchi.
Una decisione, come sempre presa per fare fronte ad una emergenza, appesterà tutto il vasto circondario per i prossimi decenni. Niente si ferma per creare profitto in pochissime mani e ne i cittadini ne gli amministratori vengono “formalmente” consultati, figurarsi condivise le loro fondate ragioni” – dichiara l’Associazione Comitati Uniti.

“E’ un ‘potere invisibile’ quello dei poteri forti, delle multinazionali, delle aree di competizione globale, come la UE – prosegue il comunicato – di qualche migliaio di biliardari che come vampiri succhiano l’intero pianeta. Sono “visibili” i risultati, come da noi e nella terra dei fuochi in Campania, i tumori: lo sterminio “differito” e la distruzione del territorio, delle nostre tradizioni, radici e sapori; tutto tritato dal no logo! Centri commerciali e cemento ove esseri umani sfruttati si muovono come automi, uscendo come razzi dai treni verso pizze a taglio, psicofarmaci, tv idiota e mi piace su facebook.
Poi ci meravigliamo che è difficile coinvolgere i cittadini in piazza: come si fa a coinvolgere la gente che subisce un qualcosa che ‘non si vede’, che non ha una sede fisica ma soltanto una organizzazione piramidale alla quale tutti devono soggiacere ideologicamente: politici, amministratori e sudditi”.

“Ribellarsi e’ giusto a questo sistema “distruttivo”! I Comitati Uniti ci sono, mantengono ben netta la piattaforma sulla chiusura di Cupinoro definitiva e bonifica e monitoraggio all’ipogeo. Si oppongono alla nefasta apertura di un inceneritore a Malagrotta come prevedono le linee di indirizzo governative  alle quali la Regione si è sostanzialmente piegata,senza aver varato un piano innovativo e condivisibile sul riciclo riuso e prevenzione dei rifiuti. La manifestazione a Ladispoli non è che l’inizio di un nuovo ciclo di lotte; non si illuda nessuno dei nostri nemici, meglio dire dei nemici di tutta la popolazione. La prossima settimana, visto che non sono pervenute a noi convocazioni, come ufficialmente richiesto, andremo a “fare visita” alla  Commissaria di Bracciano, come Comitati Uniti.
A seguire sabato 2 aprile a Cerveteri manifesteremo insieme a tutta la popolazione che già generosamente con Massari e Rioni era presente a Ladispoli. Saremo nel cuore del bellissimo Paese: sarà la madre di tutte le lotte! Avanti fino alla chiusura! Non molleremo mai!” – cocnlude l’Associazione.

Più informazioni su