Seguici su

Cerca nel sito

Caos nelle scuole: bambini senza assistenza

I Consiglieri: "Ci troviamo di fronte a un disastro ogni giorno più evidente"

Più informazioni su

Il Faro on line – Da ieri Formula Servizi, la Cooperativa al quale il Governo Pd e il Comune di Fiumicino tramite la piattaforma Consip hanno affidato il servizio di ‘bidellaggio’ nelle scuole comunali (appalto da 8 milioni di euro) non garantisce più la cura e l’igiene dei bambini più piccoli. In caso di bisogno, per essere puliti o cambiati, gli alunni delle scuole dell’infanzia, anche con disabilità, o si arrangiano da soli (difficile visto che hanno tre anni) o dovranno essere i genitori a scapicollarsi, uscendo prima dal lavoro” – lo dichiarano i consiglieri comunali William De Vecchis e Federica Poggio.

“Si tratta di un disagio che colpisce tutti, non solo le famiglie ma anche i lavoratori, essendo la questione sorta per problemi contrattuali – prosegue il comunicato – Chiediamo all’amministrazione comunale di farsi immediatamente carico del problema e ristabilire lo status del servizio, programmando inoltre una commissione congiunta tra scuola e servizi sociali, per valutare il capitolato di gara e tutelare in questo modo bambini e lavoratori. Ormai i disservizi causati dall’imperizia di questa maggioranza sono all’ordine del giorno.
A Testa di Lepre una scuola è rimasta senza riscaldamenti per giorni costringendo gli alunni a fare lezione con i cappotti.
Sempre a Testa di Lepre a causa dei mancati interventi sui pini sei bambini sono ricorsi alle cure mediche per una invasione di processionarie”.

“In tutti i plessi ogni giorno si registrano problemi di infiltrazioni e carenze a causa dei mancati interventi di manutenzione.In tre anni questa maggioranza non è riuscita a finanziare e progettare nessun nuovo edificio scolastico. L’unica cosa che sono stati in grado di fare è bloccare, sempre a causa della loro imperizia, l’asilo in via Coni Zugna e il raddoppio della scuola di Focene appaltati dalla precedente amministrazione. Ci troviamo di fronte a un disastro ogni giorno più evidente” – concludono i Consiglieri.

Più informazioni su