Seguici su

Cerca nel sito

Il programma di Turano per rilanciare sport e turismo

Il candidato sindaco: "Dobbiamo far rinascere l'orgoglio sportivo cittadino"

Più informazioni su

Il Faro on line – Sono dodici le azioni del programma per rilanciare sport e turismo annunciate ai cittadini e alle societa’ sportive del territorio dal candidato sindaco Rodolfo Turano sabato sera al bar “Le Sirene” di Nettuno. Lo sport come ammortizzatore sociale, sviluppo del turismo sportivo, messa in sicurezza e polifunzionalità degli impianti sportivi. Questi i punti cardine del programma amministrativo di Rodolfo Turano, che spiega: “La politica deve restare fuori dallo sport, perché la politica deve svolgere unicamente il ruolo di indirizzo programmatico dello sport, favorendo democraticamente lo sviluppo e la qualità dello sport, come servizio alla città”. 

“Dobbiamo far rinascere l’orgoglio sportivo cittadino – continua il candidato Sindaco – ripartendo dal baseball, perché Nettuno è la Città del Baseball, ma ad oggi gli impianti sono inagibili e fatiscenti. Inoltre, il baseball potrebbe diventare uno sport olimpico e noi ci dobbiamo far trovare pronti con impianti a norma, efficienti e accessibili nel caso in cui le Olimpiadi si dovessero tenere a Roma!”. ”Stop ai contributi a pioggia, c’è bisogno di un sostegno mirato che favorisca la crescita – spiega Turano -, premiando la qualità e la stabilità delle associazioni attraverso la promozione dello sport, l’organizzazione di eventi in grado di portare turismo sul territorio, la formazione professionale degli addetti, lo sviluppo dell’impiantistica sportiva, il risparmio energetico, l’accessibilità degli impianti, la tutela delle fasce deboli e la messa in sicurezza degli impianti”.

”Bisogna, inoltre, tutelare le fasce deboli – sottolinea il candidato sindaco -, premiando interventi in tal senso nell’offerta tecnica dell’assegnazione degli impianti comunali e reinvestendo i canoni concessori degli impianti sportivi nell’accessibilità dello sport alle fasce deboli per il miglioramento delle strutture”. ”Bisogna fare anche un analisi dello stato di fatto reale e preciso – continua Turano – attraverso la creazione di un database informatico delle società e degli impianti. Uno strumento utile per conoscere le dimensioni, l’organizzazione e l’attività delle società sportive ed avere sempre dei numeri di riferimento per comunicare iniziative o pubblicazione di bandi pubblici composto dai dati anagrafici della società e degli impianti, verificando annualmente i requisiti e la rispondenza delle concessioni delle società che gestiscono impianti comunali o abbiano ricevuto contributi”.

“Creeremo una Consulta dello Sport – prosegue il candidato sindaco – un organo composto da tutte le associazioni che svolgono attività sul territorio e che affiancherà e supporterà l’azione del Comune con il compito di proporre progetti sportivi multidisciplinari alle scuole, di assegnare le palestre in orario extrascolastico e di realizzare il Portale dello Sport, uno sportello virtuale di orientamento allo sport cittadino dove sarà possibile visualizzare velocemente le realtà sportive presenti sul territorio, contattarle, analizzare la loro offerta formativa e la loro organizzazione, confrontarle tra di loro per una scelta più consapevole. All’interno del portale sarà inoltre possibile consultare le manifestazioni sportive organizzate sul territorio, l’andamento della stagione sportiva delle varie discipline e società, caricare video e foto per poter attrarre visitatori e sponsor”.

“Porteremo avanti – continua Turano – un piano di sviluppo dell’impiantistica sportiva attraverso un’analisi dello stato di fatto delle strutture esistenti per verificarne la dimensione e i servizi offerti e la rispondenza al quadro normativo di riferimento, le esigenze future e le priorità, attraverso investimenti per la messa a norma degli impianti. Per quanto riguarda la revisione del regolamento di gestione degli impianti sportivi sosterremo gli investimenti delle società e favoriremo il dialogo con gli strumenti urbanistici attraverso l’assegnazioni tramite bando ad evidenza pubblica, dando priorità alla tutela dell’associazionismo locale e alla valenza sociale del lavoro svolto”.

“Bisogna, inoltre, valorizzare il rapporto con la scuola di polizia – conclude il candidato sindaco – e gli impianti in esso presenti, nonché organizzare l’amministrazione in modo che si possa fornire assistenza tecnica alle associazioni che desiderano partecipare ai bandi regionali, nazionali o comunitari, come l’Erasmus+ che finanzia partenariati di collaborazione ed eventi sportivi senza scopo di lucro e favorire lo sviluppo del turismo sportivo da legare alla cultura della nostra città, favorendo eventi e progetti aggregativi sul territorio comunale e gli investimenti nella ricezione. Infine implementeremo le piste ciclabili e l’accessibilità di tutta l’impiantistica sportiva e sviluppo degli sport paraolimpici, sognando di realizzare a Nettuno una Coverciano degli sport paraolimpici”.

Più informazioni su