Seguici su

Cerca nel sito

Lotta Studentesca, Enrico Mattei: “Oltre 10 anni all’interno dell’Istituto”

Il Responsabile: "Ci siamo sempre dissociati dall'accusa di portare la politica nella scuola"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ormai sono quasi 10 anni che Lotta Studentesca si trova all’ Enrico Mattei di Cerveteri. Sono state tante le nostre proposte, tante le cose fatte e tanti gli attacchi subiti. Difatti, da quando il movimento è sbarcato a Cerveteri, siamo stati additati come coloro che portano la politica al’interno della scuola” – dichiara Ettore Scortichini responsabile di Lotta Studentesca Cerveteri.

“Ci siamo sempre dissociati da tali accuse, poiché non abbiamo mai distribuito un volantino con un qualsiasi simbolo politico – prosegue il comunicato – ma nonostante ciò questo pregiudizio è andato a gravare su molti nostri progetti, come ad esempio il giornalino scolastico (poi realizzato con successo) in cui alcuni personaggi cercarono di evitare la pubblicazione, le varie candidature al consiglio di istituto in cui chi di dovere cercava di rigettare il nome ‘Lotta Studentesca’ e la bocciatura della proposta di fare conferenze a scuola perchè ‘sarebbero sfociate nel politico’; per non parlare di ragazzi ripresi dai proprio professori per aver indossato una nostra maglietta o aver distribuito un nostro volantino.
Il fatto ancor più concertante è che quest’onestà politica e questo senso di rispetto delle regole viene usato solo in determinati casi, ovvero con i “fascisti” di Lotta Studentesca”.

“Ci permettiamo di dire tali affermazioni perchè non più di una settimana fa un rappresentante d’istituto dell’Enrico Mattei è stato nominato dal sindaco Pascucci come delegato alle Politiche Giovanili, diventando così parte integrante dell’amministrazione comunale.
Lo stesso sindaco Alessio Pascucci, nel 15 gennaio del 2013, disse: ‘La battaglia fatta da Governo Civico a sostegno di alcuni ragazzi all’interno dell’istituto Enrico Mattei per contrastare la preoccupante avanzata di Lotta Studentesca’.
Come mai, in questo caso, nessuno si schiera contrariamente alla politica nelle scuole? Non accetteremo più critiche faziose  da studenti e professori faziosi, i quali sono i primi a portare realmente la politica nelle scuole” – conclude Scortichini.

Più informazioni su