Seguici su

Cerca nel sito

Centralina Eni: inquinamento acustico e disagi per la cittadinanza

Completamente abbandonata e priva di meccanismi di sicurezza: chiunque potrebbe boicottarla o danneggiarla

Più informazioni su

Il Faro on line – “La cittadinanza ha segnalato più volte un problema riguardante una centralina/manufatto Eni Italgas sita all’altezza di via della scafa 218, Isola Sacra, Fiumicino (RM). La centralina produce un forte rumore stridulo e metallico, 24 ore su 24, giorno e notte. La notte poi, il rumore è ancora più forte e disturba in modo ossessivo le abitazioni nelle vicinanze, senza considerare che a pochi metri dalla centralina ci sono abitazioni, una chiesa e due scuole (un asilo ed una scuola elementare)” – lo dichiara in una nota Alessandro Marocchini.

“Solitamente queste centraline sono costruite fuori dai centri abitati – continua la nota – e sono comunque racchiuse da un edificio con pannelli antirumore proprio per evitare problemi di inquinamento acustico. Qui non c’è nulla di tutto questo, anzi, vi sono poco rassicuranti cartelli esterni di pericolo come ad esempio “Pericolo esplosione” o “Attenzione materiali infiammabili”. La centralina tra l’altro è completamente abbandonata e priva di meccanismi di sicurezza e controllo anti intrusione: chiunque potrebbe boicottarla o danneggiarla.
Oggi anche un tecnico dell’Italgas ha confermato che tali centraline dovrebbero essere costruite fuori dai centri abitati e che senza dubbio andrebbero coperte da un edificio con muri fonoassorbenti e pannelli antirumore”.

“In data 21 febbraio ho scritto al comune per segnalare il problema come da ‘Legge Quadro sull’inquinamento acustico’ n.447 del 26/10/1995 e s.m.i. Tale Legge individua il comune come soggetto titolare delle funzioni di controllo, in tale ambito il comune si può avvalere dell’Arpa Lazio e di altre agenzie regionali per la protezione dell’ambiente.
Vi sono diverse soluzioni adottabili, tra cui lo spostamento della centralina fuori dal centro abitato, la riparazione della centralina in modo tale che non produca più nessun fastidioso rumore e la creazione di barriere antirumore e fonoassorbenti attorno alla centralina stessa.
Ho anche girato un video che mostra in modo indicativo il livello di rumore fastidioso udibile anche in presenza di passaggio di camion, ecco il link: https://youtu.be/CTYGl3lx2G0” – conclude Marocchini.

Più informazioni su