Seguici su

Cerca nel sito

Maccarese, Calicchio: “Ladri dentro le scuole: rubati pc, monitor e danneggiati i locali”

L'Assessore alla Scuola: "Mi auguro davvero che gli autori di questi ignobili gesti vengano individuati al più presto"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ieri mattina ho effettuato un sopralluogo a Maccarese, presso l’Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci e la scuola media San Giorgio per portare la mia vicinanza e solidarietà e quella del Comune di Fiumicino agli studenti e al personale docente per il grave furto subito questa notte. Ho potuto constatare con i miei occhi la situazione di alcune stanze, quella della presidenza e della segreteria didattica, le aule informatiche sono state depredate di pc, monitor, modem, stampanti. Nel caso della San Giorgio sono stati portati via anche tre tablet, tra cui quello consegnato alla scuola dal Comune per la didattica su ragazzi disabili. Da quello che ho visto i ladri sapevano esattamente come e dove colpire” – lo dichiara l’assessore alla Scuola del Comune di Fiumicino Paolo Calicchio.

“Hanno tagliato il rilevatore di movimento dell’allarme dirigendosi immediatamente dopo alla centralina, rendendola inagibile. Probabilmente l’allarme, se ha suonato, lo ha fatto per poco tempo. Si tratta di un fatto gravissimo in quanto va a colpire al cuore un luogo che assolve uno dei principali compiti istituzionali dedicato alla formazione a all’istruzione dei nostri ragazzi. Mi auguro davvero che gli autori di questi ignobili gesti vengano individuati al più presto. Come Amministrazione faremo la nostra parte installando delle telecamere sul territorio collegate alla centrale operativa presso il comando dei vigili urbani e a disposizione delle Autorità di Pubblica Sicurezza. Ricordiamo, però, che è al Ministero dell’Interno che è attribuita la responsabilità della tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Nonostante gli sforzi e i sacrifici di chi è impegnato a garantirla, ci sono oggettive esiguità di mezzi e uomini in tutto il Comune. Ed episodi come quello di stanotte non fanno altro che confermarlo” – conclude Calicchio.

Più informazioni su