Seguici su

Cerca nel sito

Partita la sperimentazione del compostaggio per le mense scolastiche

L'Assessora all'Ambiente: "E' ancora possibile richiedere gratuitamente le compostiere domestiche"

Più informazioni su

Il Faro on line – È partita questa mattina la sperimentazione del Compostaggio di Prossimità presso l’istituto scolastico “Giovanni Cena” di Cerveteri. Per tre mesi le alunne e gli alunni delle classi elementari e medie daranno il buon esempio, e impareranno a trasformare gli scarti della mensa scolastica in compost.

“Il compost – ha spiegato Elena Gubetti, Assessora all’Ambiente del Comune di Cerveteri – è una sorta di fertilizzante, simile a un terriccio soffice e bruno, che si ottiene dal trattamento della frazione umida dei rifiuti solidi urbani. Bisogna sapere che gestire la raccolta dell’umido ha per la collettività dei costi altissimi.
Parliamo di 90 euro al quintale per il conferimento in discarica, senza contare i costi di raccolta e di trasporto. Spendere queste cifre non ha senso, perché è un materiale che può essere facilmente trasformato a livello domestico in una nuova materia prima che, oltre a non essere più un costo, ha anche un valore commerciale e può essere utilizzata direttamente negli orti e nei giardini”.

“È stata una mattinata bellissima – ha commentato il Sindaco Alessio Pascucci – come sempre i bambini, curiosissimi, hanno fatto tante domande e sono rimasti affascinanti da questo sistema semplice, eppure efficace, di trasformare i rifiuti in risorsa. Tra 40 giorni torneremo per raccogliere il primo terriccio prodotto. L’impianto resterà a servizio della cucina scolastica e di tutti i refettori dei nostri plessi. Sottolineo che la sperimentazione non costa un solo centesimo alla nostra città e, in più, è l’occasione per realizzare un importante percorso didattico con gli alunni. Per questo vorrei ringraziare sinceramente i docenti e la dirigenza dell’istituto per la sensibilità dimostrata”.

“Dopo la sperimentazione il nostro obiettivo è quello di emanare un bando pubblico per posizionare gli impianti di prossimità nel territorio. In questo modo, specie con l’arrivo della raccolta differenziata porta a porta, i cittadini saranno incentivati a separare la frazione umida per inviarla al compostaggio, e permettere in questo modo un grande risparmio sui costi di smaltimento in discarica.
La normativa, inoltre, prevede degli sconti per i cittadini che fanno il compostaggio, sia a livello domestico che condominiale, che per le attività commerciali. Ricordo inoltre che presso il Centro Servizi sono ancora disponibili delle compostiere che il Comune concede gratuitamente a chi ha almeno 20 mq di giardino” – conclude Gubetti.
Tutte le informazioni sono sul sito www.comune.cerveteri.rm.it.

Più informazioni su