Seguici su

Cerca nel sito

Poggio: “Una scuola di Ostia nega l’accesso ad alcuni studenti di Fiumicino”

Il Capogruppo (FI): "Come opposizione siamo pronti a supportare qualsiasi iniziativa utile, anche a manifestare sotto gli enti competenti"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Sono tre anni che siedo in consiglio comunale e ogni volta di questi periodi si ripropone sempre lo stesso problema: per i ragazzi di Fiumicino non c’è posto all’Anco Marzio di Ostia. Le domande che arrivano dal nostro Comune vengono costantemente rifiutate tanto da costringere decine e decine di studenti a indirizzarsi o a Spinaceto o Bravetta (ma per arrivare lì servono due ore con i mezzi) o cambiare completamente indirizzo di studi” – lo dichiara in una nota il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, Federica Poggio.

“Possibile che i nostri ragazzi non abbiano diritto alla studio? – prosegue il comunicato -Possibile che in tre anni non si sia riuscito a fare nulla in questo senso? In consiglio comunale abbiamo approvato qualsiasi documento possibile, mozioni, ordini del giorno, persino una richiesta, che sembrava una supplica, indirizzata a Regione ed ex Provincia di Roma per ‘aprire’ una classe di scienze umanistiche al liceo di Maccarese. Tutto inutile, siamo ancora al punto di partenza. Da ieri la rete si è mobilitata con l’hashtag ‘#vogliostudiareancheio’. Una protesta pacifica, colorata ma che senza un aiuto concreto delle istituzioni rischia di fare la fine dei tanti documenti approvati. Serve un interessamento vero del sindaco Montino per sbloccare la situazione”.

“Come opposizione siamo pronti a supportare qualsiasi iniziativa utile, anche a manifestare sotto gli enti competenti se serve. Ma l’imput deve partire da chi oggi governa il Paese, la Regione Lazio, l’ex Provincia di Roma e il Comune di Fiumicino. E tutti sanno a chi mi riferisco” – conclude Poggio.

Più informazioni su