Seguici su

Cerca nel sito

Attentato Ankara: 27 morti e 127 feriti

Il Faro on line - È di almeno 37 morti, tra cui almeno 2 kamikaze, il bilancio dell'attentato compiuto ieri con un'autobomba nel pieno centro di Ankara. I feriti sono 125, di cui 19 gravi. L'autobomba è esplosa contro un bus, coinvolgendo altri mezzi, nei pressi di una fermata molto trafficata.

L'attacco è avvenuto in una zona centrale e turistica della capitale turca, tra il parco Guven e la piazza di Kizilay, a poca distanza anche da due fermate della metro. Le autorità turche credono l'attacco sia di matrice curda.“A seguito dell'instabilità nella regione, negli ultimi anni la Turchia è stata oggetto di attacchi terroristici”, scrive il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, in un comunicato stampa per esprimere la sua condanna per l'attacco, senza però indicare alcuna organizzazione specifica. “Proseguiremo la lotta al terrorismo con ancor più determinazione”, ha concluso Erdogan nella nota.

L'autorità radiotelevisiva turca ha imposto un divieto temporaneo di pubblicazione delle immagini relative all'esplosione di stasera nel centro di Ankara, una misura ricorrente in Turchia in caso di attacchi terroristici.

Immediata la reazione della comunità internazionale. Il presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, ha espresso solidarietà nei confronti del popolo turco. “I terroristi devono sapere che per quanto sanguinoso sarà il loro odio non riusciranno a piegarci e scuoterci, ovunque essi colpiscano – ha commentato Renzi, riferendosi sia all’attentato di Ankara, sia a quello avvenuto nelle stesse ore in Costa d’Avorio - La risposta e la condanna della comunità internazionale sarà ferma, unanime, risoluta”. (fonte Ansa)

Più informazioni su

Più informazioni su