Seguici su

Cerca nel sito

FI: “Amministrare? Troppo difficile, meglio parlare…”

D'Ottavio: "In questi frangenti si dovrebbe manifestare rispetto per la persona e cautela nel giudizio"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Amministrare? Troppo difficile. Meglio parlare (male) degli altri. Si rifà vivo così il sindaco Cozzolino (ma non era sparito?), nel tentativo di nascondere il fallimento della sua amministrazione eleggendosi giudice di ciò che non gli compete. Inutile dire quanto l’ignobile sciacallaggio sia lontano dalla cultura di Forza Italia, sempre garantista fino a prova contraria, e al contrario di chi non vede l’ora di sostituirsi agli organi preposti per sparare sentenze nel classico comportamento dell’avvoltoio. In questi casi, il pessimo sindaco di Civitavecchia prenda nota, se non si è certi del comportamento trasparente di una persona si tace. Se si è certi, come noi, della correttezza dei suoi comportamenti invece si tutela la persona e la si sospende dai ruoli politici che ha. Ciò che noi abbiamo fatto con Moscherini, certi della sua innocenza” – lo dichira in un comunicato il coordinatore comunale di Forza Italia Roberto D’Ottavio

“Il suo articolo è veramente brutto, e lo dico per Lei Sindaco – prosegue il Coordinatore –  qualsiasi persona dotata di buon senso in questi frangenti dovrebbe manifestare rispetto per la persona e cautela nel giudizio, a maggior ragione se occupa un ruolo istituzionale. Anche perché abbiamo visto cosa è successo ad una sua collega sindaco di un Comune nel Napoletano: avete preferito aspettare dei mesi e nascondervi, scaricando poi tutte le colpe sulla malcapitata. Ebbene, caro Cozzolino: se dovesse capitare a lei stia tranquillo che Forza Italia non muterà le sue convinzioni, ma tutto lascia pensare che neanche i Cinque Stelle cambieranno il loro modus operandi. A buon intenditor, poche parole. Intanto ci piacerebbe parlare dei problemi della città, dall’inquinamento che era il vostro cavallo di battaglia (chissà perché abbandonato) al porto, dalla gestione dell’acqua alle tasse, dai servizi sociali al degrado, dai cittadini lasciati indietro ai rifiuti, all’occupazione, al commercio, alle società partecipate e ai loro lavoratori o a quei fondi misteriosi cui volevate svendere interi pezzi di città”.

“Glielo abbiamo chiesto più volte: ci dica solo luogo, data e orario di questo confronto pubblico che aspettiamo da troppo tempo. Sarà anche l’occasione per parlare dei vostri proclami caro sindaco, dei soldi sporchi di sangue come dai suoi sudditi più volte detto sia in televisione e di tutte le registrazioni che abbiamo al riguardo di quelle che ormai non sono più contraddizioni , né promesse mancate, ma solo bugie. Bugie di un incapace e, purtroppo per lei, anche di uno sciacallo. L’unica cosa che riesce bene a Cozzolino è quella di rafforzare e ricompattare Forza Italia ogni volta che ne parla. Ne terrò conto alla prossima campagna elettorale: sarebbe un ottimo amuleto. Alla faccia degli sciacalli e degli avvoltoi” – conclude D’Ottavio.

Più informazioni su