Seguici su

Cerca nel sito

Garante infanzia: “Tutelare il reale godimento dei Diritti”

Il Faro on line - Presso la palestra della scuola elementare e dell’infanzia di Testa di Lepre si è svolto sabato 19 marzo, nel pomeriggio, un incontro tra le realtà della periferia di Fiumicino (Testa di Lepre, Tragliata, Tragliatella e S. Isidoro) e l’Autorità Garante per i diritti dell’infanzia e l’adolescenza del Comune di Fiumicino, il dott. Vincenzo Taurino. 

All’incontro erano presenti e hanno dato il loro contributo, genitori, docenti, educatori, animatori, adulti, ragazzi e, in particolare, le realtà associative della zona, come la Fondazione Alessandra d’Angelo, Casa Ronald, l’Associazione Robin-Hood, il comitato dei genitori e l’associazione “I 2 Liocorni” che ha ospitato l’iniziativa. Gli interventi dei partecipanti hanno risposto in pieno all’invito lanciato dal Garante di focalizzare l’attenzione sulle criticità di interesse dei ragazzi e dei giovani. In particolare, sono emerse le problematiche legate ai trasporti, alle scuole, alla mancanza di spazi di aggregazione per i più giovani dove realizzare proposte culturali e fare sport.  

Nella sua introduzione ai lavori, il presidente dell’associazione “I 2 Liocorni” ha tenuto a ringraziare il Garante, non solo per aver voluto questa iniziativa ma anche per aver portato con se oltre al suo staff, i giovani del Movimento Nonviolento che hanno portato l’esperienza della Biblioteca per la Nonviolenza. “È per noi una lezione di socializzazione – ha tenuto a dire Patrizio Pavone – dal Garante ci aspettiamo un’attenzione particolare per i nostri bambini e i nostri ragazzi. La periferia ha bisogno della vicinanza dell’Amministrazione, di trovare al suo interno un interlocutore che ci ascolti”.

I rappresentanti delle associazioni presenti si sono trovati concordi sulla comune necessità di mettere in rete esperienze e risorse e sul fatto che il terzo settore rappresenta il territorio. L’associazione I 2 Liocorni ha posto l’attenzione sulla mancanza di spazi dedicati ai ragazzi e ai giovani, sottolineando la necessità di creare un centro polivalente e polifunzionale dove poter svolgere attività culturali, ludiche e formative. 

Significativo è stato l’incontro tra i ragazzi del luogo e un gruppo di giovani attivisti del Movimento Nonviolento. Subito dopo aver ascoltato l’intervento del Garante, si sono ritrovati per un incontro di lettura e dibattito su testi scelti dal patrimonio della Biblioteca per la Nonviolenza, che gestiscono nella sede di Viale delle Meduse 63a. “Ci ripromettiamo – ha dichiarato Daniele Taurino, coordinatore nazionale dei giovani del Movimento Nonviolento – non solo di incontrarci per uno scambio di esperienze ma, anche per programmare e realizzare insieme delle iniziative culturali, che proporremo sia a Testa di Lepre che a Isola Sacra”. È stata inoltre anche l’occasione per presentare al pubblico la rivista Azione nonviolenta, fondata da Aldo Capitini nel 1964. 

Il Garante, dopo aver ascoltato tutti gli interventi dei partecipanti, ha esposto sia il significato sia gli obiettivi del suo Ufficio. “La tutela e il reale godimento dei diritti dei bambini e dei ragazzi – ha tenuto a dire – dipendono certamente da un’Amministrazione attenta e capace di produrre politiche mirate per l’infanzia e l’adolescenza, ma, soprattutto, da una cultura che ogni comunità ha il dovere di sviluppare, attraverso un senso comunitario di mutuo aiuto basato sui valori della solidarietà e nel rispetto delle nuove generazioni”.

“Una cultura dei diritti dei minori va costruita e alimentata giorno per giorno – ha affermato Vincenzo Taurino -  e  un’Amministrazione ha il compito di porre la massima attenzione verso le famiglie”. Vincenzo Taurino, in conclusione, si è riproposto, suscitando il consenso dei presenti, l’intento di tornare periodicamente a Testa di Lepre. L’obiettivo sarà quello di migliorare il rapporto con le comunità locali ascoltando le loro richieste e problematiche; il passo successivo è poi il sostegno e la valorizzazione di ogni iniziativa volta a far sì che i giovani della periferia si sentano compiutamente partecipi della vita sociale e culturale del Comune di Fiumicino. 

Più informazioni su

Più informazioni su