Seguici su

Cerca nel sito

Incontro infruttuoso in Regione Lazio per i disoccupati dell’ex Enaoli

La Femca Cisl: "Chiediamo al Sindaco di Formia l'affidamento temporaneo dei terreni"

Più informazioni su

Il Faro on line – Oggi i lavoratori dell’Associazione “Diamo un calcio alla Crisi” erano a Roma in presidio nella sede del Consiglio regionale dove si stava discutendo, in question time, l’interrogazione presentata dal consigliere regionale di Formia Pino Simeone sul “Progetto di riqualificazione e riutilizzo dell’Ex Enaoli”. Successivamente il gruppo, insieme al Segretario Generale della Femca Cisl di Latina Roberto Cecere ed al consigliere Simeone, ha incontrato l’ assessore regionale all’agricoltura, Carlo Hausmann, al quale aveva recentemente sottoposto il progetto di riconversione del sito.

Da parte di quest’ultimo, però, non sono venute risposte nel merito dei contenuti del progetto, ed ha anche ricordato come i 2/3 dell’area interessata siano destinati alla costruzione del futuro Ospedale del Golfo; una cosa della quale a Formia si parla da anni senza vedere atti concreti, tant’è che quando all’assessore è stato chiesto dove fossero i cospicui fondi necessari alla sua costruzione, la risposta è stata il silenzio. Alla proposta dell’eventuale utilizzo di altri siti agricoli abbandonati, tutti lontani dalla loro zona, magari ricorrendo ai Piani Regionali di Sviluppo Rurale che, ovviamente, avranno tempi lunghi, i lavoratori hanno risposto suggerendo un percorso di affido temporaneo dell’Ex Enaoli, in attesa che si definiscano altre questioni, pronti a lasciare immediatamente il sito qualora il progetto ospedale prendesse concretamente il via.

Tra l’altro per rendere di nuovo coltivabili i terreni non servirebbero neanche grosse somme delle quali, i lavoratori sarebbero pronti a farsi carico senza pesare sulle casse regionali. E’ stato fatto presente che nell’ex Enaoli è operante una Casa famiglia alla quale sono stati affidati anche tre ettari di terreno proprio per la specificità sociale del progetto, e che quindi l’Associazione “Diamo un calcio alla Crisi” proporrà al Comune di Formia lo stesso percorso.

Commenta Roberto Cecere: “Abbiamo registrato oggi una disponibilità da parte della Regione di trovare una soluzione alle problematiche esposte dai nostri disoccupati che, non lo dimentichiamo, sono in assemblea permanente nell’ ex Enaoli da ben 5 mesi, anche se è evidente il grosso scollamento che esiste tra la politica e la realtà quotidiana delle persone. Non si può rispondere ad una situazione di grave disagio sociale con argomenti quali i bandi regionali o piani di sviluppo, tutte cose importanti e nella pianezza delle regole ma che non danno risposte nell’immediatezza a gente che chiede lavoro e certezze per le proprio famiglie. Il sud della nostra provincia è economicamente allo stremo, preda di una crisi che non si ferma e non mostra nessun futuro. Chiediamo alle istituzioni risposte immediate, intervenendo con mezzi straordinari come potrebbe essere appunto l’affido momentaneo dell’area dell’ex Enaoli”.

“Come abbiamo ribadito all’assessore Hausmann, saremmo pronti a lasciare immediatamente l’area affidataci, qualora il progetto dell’Ospedale del Golfo vedesse la luce, un piano che guardiamo con molto interesse perchè, oltre a risolvere problematiche strutturali in campo sanitario, porterebbe nuovo lavoro in zona. Ci auguriamo che il Comune di Formia, al quale abbiamo immediatamente chiesto un incontro, dimostri sensibilità verso i propri concittadini ormai allo stremo” – ha concluso Cecere

Più informazioni su