Seguici su

Cerca nel sito

C’èn’Arte: la pittura di Magdalena Tomala incontra gli Small Dress

La mostra pone di fronte a un mondo popolato da marinai, sirene, messaggi nella bottiglia, amori finiti o mai iniziati

Più informazioni su

Il Faro on line – Oggi 31 marzo nell’ambito di C’èn’Arte il giovedì de I Gufi Il Museo d’Arte Diffusa alle 21,00 prosegue la mostra di pittura di Magdalena Tomala a cura diFabio D’Achille e sarà un’ottima occasione per incontrare e conoscere meglio l’artista che parteciperà con una breve intervista condotta dal curatore. Conformemente al carattere sinestetico della rassegna promossa dal locale di Via Isonzo, Centro L’Orologio alle 21,30 ci aspetta la live music degli Small Dress.

Come di consueto, la serata prevede la cena con menu alla carta, occasione per assaporare le specialità dei fratelli Resini&Co. La mostra e le illustrazioni di Magdalena Tomala ci pongono di fronte a un mondo fantastico popolato da marinai, sirene, messaggi nella bottiglia e cuoricini come ricordo di amori finiti o mai iniziati, solo sognati, labbra carnose laccate di rosso e lacrime agrodolci. Il mare e i soggetti ad esso connessi sono interpretati in un’accezione favolistica che esalta la navigazione come allegoria dell’esistenza, sempre in bilico tra flutti tempestosi e momenti di calma.

Ma è proprio la burrasca che conferisce vigore alle opere e alla visione, artistica e non solo, della Tomala, che ama citare Emily Brontë: “Solo gli inquieti sanno com’è difficile sopravvivere alla tempesta e non poter vivere senza”, dove l’unica ancora di salvezza è costituita dall’ironia e dall’autoironia, ribadita anche dal titolo della mostra, dal ridimensionamento della sofferenza attraverso il gioco, la leggerezza, l’accettazione di eventi che non si possono cambiare, ma trasfigurare ed esorcizzare attraverso un’espressione artistica cinica e sarcastica.Perché, come afferma Magdalena, “Il sarcasmo è il mio pane quotidiano e sguazzarci disegnando è la mia passione più grande. Questi sono i miei piccoli racconti. Un mondo di lupetti di mare, sirenette, marinarette in pena, perché i veri marinai, come metafora di vita, si vedono durante la tempesta ”Small DressComponenti: Edoardo Montefusco (basso/voce)Gabriele Canari (chitarra/voce)Genere: Acoustic rock, Brit-pop, Indie, Garage rock.Cover suonate: Nirvana, Oasis, Foo Fighters, Kasabian, Stereophonics, Green Day, Travis, The Verve, U2.

Gli Small Dress sono un gruppo Indie, Acoustic& Garage rock composto da Edoardo Montefusco e Gabriele Canari, rispettivamente al basso/voce e chitarra/voce. Dopo aver condiviso diverse esperienze musicali, sia in band con repertorio originale che in cover band, i due nel 2015 decidono di dar vita ad un progetto con l’obiettivo di far coesistere le sonorita’Brit degli anni ’90 e il suono diretto tipico del garage rock.
Attualmente gli Small Dress si esibiscono sia in acustico che in elettrico (accompagnati anche da altri musicisti), reintepretando i classici del rock anni ’90 oltre a suonare i brani di propria composizione. Contemporaneamente all’attivita’ live, la band sta lavorando al disco di esordio che dovrebbe uscire per la fine del 2016.
La mostra, a ingresso libero, resterà aperta fino al 24 aprile 2016. Per Info e prenotazioni rivolgersi al 320.8278653.

Più informazioni su