Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, Mercato del pesce… forse ci siamo

Stamattina alle 11 Commissione itinerante per effettuare il sopralluogo e risolvere le questioni in sospeso

Più informazioni su

Il Faro on line – Lo avevano annunciato nel 2014, ora si starebbe arrivando alla stretta finale. Ultimi ritocchi, qualcosa ancora da sistemare: il plateatico del Nuovo Mercato del Pesce e il Ricovero Banchi è cosa fatta, ma… C’è sempre un ma.
È lecito per i cittadini, a due anni di distanza dalla votazione della delibera, porsi forse una domanda: di cosa discuteranno i membri della Commissione (prevista come ‘itinerante’ per permettere il sopralluogo), passeggiando lungo il Porto canale?
Quella che poteva diventare una grande opportunità per il rilancio di un settore che da sempre è di grande richiamo per il territorio, sembra essersi trasformata, ormai, in una storia senza fine.

Chiunque si trovi a passare lungo via Torre Clementina, tra via Carlo Forte e via del Pesce Volante, non può fare a meno di costatare, infatti, che le opere strutturali necessarie all’avvio della nuova area di vendita sembrano essere già state completate: prese d’acqua e prese elettriche industriali recano anche le etichette del numero del banco alle quali sono state assegnate.

I locali destinati alle celle frigorifere , al ricovero notturno dei banchi e a custodire i materiali necessari al quotidiano svolgimento della vendita del pescato sono stati ristrutturati lo corso dicembre: un’opera che è costata 40mile euro alle casse comunali. Agli occhi dei residenti mancano solo i banchi e la relativa merce. Non resterebbe che annunciarlo e aprirlo ufficialemente, ma così non è. Evidente mente esiste ancora qualche intoppo, noto solo a pochi eletti, che impedisce la fine del percorso tecnico amministrativo.

E così oggi, la Commissione Consiliare IV “Lavori pubblici e manutenzione urbana” inizierà il proprio tour all’interno e all’esterno della struttura.
Bisognerà attendere il risultato dei lavori della commissione nella speranza che finalmente siano sciolte tutte le questioni che fanno restare ai blocchi di partenza un’attività così importante e così caratteristica di questo territorio.

Federica Cenci 

Più informazioni su