Seguici su

Cerca nel sito

Invito al voto del PD di Tarquinia per il referendum del 17 aprile

I referendum sono un indispensabile esercizio di democrazia diretta e di partecipazione

Più informazioni su

Il Faro on line – Nei giorni scorsi il direttivo del Partito Democratico, circolo “Domenico Emanuelli” di Tarquinia si è riunito per fare il punto sulla situazione politica locale a due mesi dalla nomina della nuova segreteria e, in modo particolare, per parlare del referendum sulle trivelle. Forte l’invito del Partito Democratico ad andare a votare il prossimo 17 aprile, nel rispetto delle proprie convinzioni e dopo un’attenta analisi del tema referendario.

Nell’incontro la discussione si è sviluppata in modo aperto e senza i formali limiti di appartenenza alle indicazioni arrivate dai rappresentanti nazionali del Partito Democratico ma nel rispetto dei presidenti di regione che hanno proposto il quesito referendario. Le motivazioni sostenute per il sì o per il no, frutto di analisi legate alla coscienza e alle esperienze personali degli intervenuti, sono state forti e convincenti, rendendo la discussione vera e sentita.

Con passione, i sostenitori del sì hanno sottolineato la necessità di difendere le nostre ricchezze naturali e i nostri mari dalla anche se remota, possibilità di un disastro ambientale, che metterebbe in crisi una delle industrie più produttive del nostro Paese, il turismo, stigmatizzando come le politiche industriali dei governi degli ultimi trenta anni si siano appiattite sullo sfruttamento delle riserve fossili, con l’azzeramento degli investimenti nelle energie rinnovabili.

I fautori del no, con altrettanta passione, hanno sostenuto la necessità di difendere l’occupazione e il lavoro legato alle attività estrattive, legate per il 90% al metano e solo per il 10% al petrolio, e l’inutilità d’interromperle, perché contribuiscono in modo significativo al fabbisogno energetico dell’Italia.
Tutti hanno sostenuto con forza che i referendum sono un indispensabile esercizio di democrazia diretta e di partecipazione e che, disertarli, sarebbe sbagliato. Circolo “Domenico Emanuelli” Tarquinia

Più informazioni su