Seguici su

Cerca nel sito

Rinnovamento di Palocco: “Sì alla moratoria dell’edilizia residenziale”

Il presidente Aglieri: “Stop al consumo di suolo ed alle colate di cemento"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il presidente Leandro Aglieri: “Stop al consumo di suolo ed alle colate di cemento disastrose sia sotto il profilo della sicurezza idrogeologica sia sotto quello della mobilità. Ai candidati sindaco di Roma Capitale chiediamo inoltre la trasformazione della Roma-Lido in una vera e propria Linea D della metropolitana: queste le due priorità per il nostro territorio”
Stop alle colate di cemento. Stop alle ‘edificazioni selvagge’ nel territorio del X Municipio che negli ultimi dieci anni risulta essere stato il più ‘costruito’ della Capitale, come risulta da una analisi statistica elaborata dall’Associazione Rinnovamento di Palocco su Open Data del Comune di Roma.
Le conseguenze? Disastrose sia sotto il profilo della sicurezza idrogeologica sia sotto quello della mobilità, o ‘immobilità’ in considerazione della paralisi che si verifica sulle principali arterie – Cristoforo Colombo, Ostiense, via del Mare in particolari orari – in assenza di una efficiente rete di trasporti pubblici, su ferro e su gomma, che colleghi Ostia ed i quartieri dell’entroterra lidense con la Capitale” – Sono queste le due priorità al centro dell’azione e dell’impegno dell’Associazione Rinnovamento di Palocco che, dopo l’assemblea generale dei soci che si è svolta lo scorso 2 febbraio a Casalpalocco, si presenta con un nuovo Consiglio direttivo per il prossimo triennio 2016-2018.  

IL PRESIDENTE – Confermato in qualità di presidente Leandro Aglieri, eletto vicepresidente Andrea Benso e in qualità di segretario Paola Palomba. Il nuovo Direttivo si è immediatamente messo al lavoro lanciando una moratoria dell’edilizia residenziale nel X Municipio ed una proposta di rilancio e trasformazione della linea ferroviaria Roma-Lido.    

LA MORATORIA –  “L’unica e ultima possibilità per salvare il X Municipio e quindi anche il quartiere di Casalpalocco è la sospensione immediata delle nuove delibere di espansione urbana”, spiega il presidente di Rinnovamento di Palocco, Leandro Aglieri. “E’ necessario impedire un ulteriore, dannoso consumo di suolo, già avvenuto in assenza di una corretta  pianificazione territoriale, con percentuali di abusivismo purtroppo note. E’ per questo che ai candidati sindaco di Roma Capitale di tutti gli schieramenti chiediamo di attuare una ‘moratoria dell’edilizia residenziale nel X Municipio’”, dichiara il presidente Leandro Aglieri.
 
LA PETIZIONE – A questo proposito su Change.org è possibile firmare la petizione, diretta al Sindaco di Roma Capitale, per la ‘moratoria dell’edilizia residenziale nel X Municipio di Roma’ promossa da Rinnovamento di Palocco.LINK  https://www.change.org/p/sindaco-di-roma-capitale-moratoria-dell-edilizia-residenziale-nel-x-municipio-di-roma  

LA ROMA-LIDO –  Altro tema prioritario per l’Associazione Rinnovamento di Palocco riguarda il ‘problema mobilità’, una mobilità che allo stato attuale risulta sofferente e inadeguata per questo quadrante della Capitale dove risiedono 280mila persone. In attesa di interventi strutturali sulla Cristoforo Colombo, con la realizzazione delle previste complanari, l’Associazione chiede ai candidati sindaco di Roma Capitale l’impegno a trasformare la Roma-Lido, il ‘trenino’ dove quotidianamente si registrano disservizi, ritardi e corse saltate, in una vera e propria metro di superficie, la Linea D della metropolitana di Roma Capitale.
 
GLI IMPEGNI – L’associazione proseguirà quindi nei prossimi giorni nell’azione propositiva che ha già intrapreso sul territorio del X Municipio, attraverso scambi di opinioni e progettualità con il commissario prefettizio del X Municipio, dottor Domenico Vulpiani, incontrato nelle scorse settimane presso la sede della Presidenza, a Ostia, dal Presidente Leandro Aglieri. 
Rinnovamento di Palocco rivolge inoltre l’invito ai comitati ed alle associazioni del X Municipio a collaborare insieme sostenendo queste due richieste-proposte dell’Associazione in quanto assolutamente prioritarie per il bene dei cittadini e del territorio.  

Più informazioni su