Seguici su

Cerca nel sito

I parcheggi spariti di via Torre Clementina

Il nuovo progetto convince...a metà: i commercianti chiedono una sperimentazione

Più informazioni su

Il Faro on line – “Da tantissimi anni aspettavamo qualcuno che dalle parole passasse ai fatti, che si interessasse davvero alla riorganizzazione del cuore di Fiumicino, del polmone commerciale cittadino, dunque non possiamo che essere soddisfatti dell’approccio che l’amministrazione Montino ha fatto sua via Torre Clementina. Ci permettiamo però qualche suggerimento, teso a migliorare il pur valido progetto esistente, nella direzione di tutelare l’idea architettonica di fondo e nel contempo garantire alle attività commerciali quel ricircolo di utenza necessario a sviluppare business”. A parlare è un gruppo di commercianti di via Torre Clementina, organizzati in una sorta di comitato spontaneo.

Non c’è polemica nei confronti del Comune, anzi. C’è però la consapevolezza che ogni progetto è migliorabile, che l’idea di città che cambia non debba necessariamente azzerare l’esistente, ma che invece debba comprenderlo per migliorarlo. Nello specifico, la querelle è sulla prevista eliminazione di una parte dei parcheggi lungo via Torre Clementina, lato destro andando verso il mare. Il tutto per far posto a un marciapiede molto pronunciato. L’idea di fondo è quella di non esagerare con l’area marciapiede che, pur allargata di moltissimo, potrebbe comunque lasciare il posto per un parcheggio in linea. Soprattutto in considerazione del fatto che via Torre Clementina diventerà a senso unico. Non solo, ma l’istituzione di parcheggi ad orario faciliterebbe gli eventuali clienti delle attività commerciali diverse dai ristoranti (quelle cioè dove l’utente non si ferma per oltre mezz’ora ma entra per fare compere e poi va via) e determinerebbe anche un’entrata per il Comune.

Una proposta che è stata formalizzata in un documento depositato in Comune da circa un mese e sul quale però non è stato ancora aperto nessun confronto (che viene ovviamente auspicato). Peraltro, l’idea potrebbe essere sottoposta a sperimentazione, tramite l’utilizzo dei New Jersey, testandone dunque in maniera pratica la fattibilità, soprattutto per ciò che concerne il tratto da Piazza Grassi alla passerella. “Parcheggi=Vita” per le attività commerciali, è lo slogan scelto; che sembra scontrarsi con le dichiarazioni fatte pubblicamente dal Sindaco sulla non disponibilità a parlare di parcheggi. Eppure il nodo principale del centro di Fiumicino è proprio quello, così come di ogni luogo dove il commercio è messo al centro delle attività. Basti pensare ai 5.500 parcheggi di Parco Leonardo, o ai 4.500 del centro Da Vinci.

Via Torre Clementina, già definita un centro commerciale naturale, non può non considerare la variabile parcheggi nel definire il suo nuovo assetto. Peraltro, anche in vista di nuove soluzioni per i posti auto, questa proposta risolverebbe nell’immediato qualunque criticità derivante dai lavori. Insomma, la proposta è stata lanciata non come guanto di sfida ma come mano tesa all’Amministrazione. Alla quale ora passa la palla: rispondere, confrontarsi o ignorare?

Angelo Perfetti

Più informazioni su