Seguici su

Cerca nel sito

La Candidatura di Roma Olimpica, le parole di Montezemolo

Un grande entusiasmo e tanto lavoro da svolgere, per portare la luce di Olimpia, nella Caput Mundi

Più informazioni su

Il Faro on line – Un grande protagonista dell’imprenditoria italiana. Non solo sportiva. Tutti gli appassionati di management lo conoscono. Sin da giovane, alla Ferrari accanto al grande Enzo, il fondatore della Rossa delle piste della Formula Uno. In seguito, dagli anni ’90 a quelli del 2000, lui stesso ha preso le redini dell’azienda di Maranello, seguendo i passi del leggendario Drake, portando la Ferrari stessa, a primeggiare in tutto il globo, grazie alle grandi vittorie mondiali, di Michael Schumacher.

Una strepitosa carriera, quella di Luca Cordero di Montezemolo. Non solo alla Ferrari. La Fiat, la presidenza della Confindustria, come quella di Nuovo Trasporti Viaggiatori, azienda da lui ideata e fondata e poi, il Consiglio di Amministrazione di Telethon e la vice presidenza di Unicredit. Tutte, grandi realtà e importanti posizioni ricoperte, nell’imprenditoria italiana ed internazionale.

Anche lui, il 13 aprile, presente nella Sala Sante Laria, per applaudire e portare la sua ammirazione agli atleti delle Fiamme Gialle, premiati dal Comando Generale della Guardia di Finanza. Insieme al Presidente del Coni, Giovanni Malagò, Montezemolo ha accettato la grande sfida di portare l’Italia nel mondo delle Olimpiadi estive e come Presidente del Comitato Promotore Roma 2024, è intervenuto in un evento annuale, che ha mostrato immense bellezze e ricchezze, dello sport gialloverde, non solo azzurro, ma anche mondiale.

Già prima figura dei Mondiali di Calcio di Italia ’90, Luca Cordero di Montezemolo ha portato la sua competenza manageriale nei vari settori in cui negli anni, come oggi, ha lavorato, distribuendo le sue idee. Anche la candidatura di Roma 2024 gode della sua competenza e ad Il Faro on line, a margine della Cerimonia di Premiazione delle Fiamme Gialle, ha raccontato qual è lo stato attuale, della candidatura stessa di Roma, descrivendo entusiasmo e benefici, che il sogno olimpico, dona all’intero Paese, Italia. Infine, un piccolo ricordo commosso, lo dedica all’Avvocato Gianni Agnelli, suo grande mentore, maestro ed amico, su domanda di testata.

Presidente Montezemolo, qual è la situazione attuale, dell’iter di candidatura, di Roma 2024?
“Stiamo lavorando molto. C’è tanto da fare. Vedo una bellissima crescita di entusiasmo. Nelle città, nelle provincia, nelle scuole, nelle università italiane, come nei giovani, nei movimenti dell’ecologia, nei municipi e nel mondo dello sport. Un bellissimo fervore è diffuso, in tutta Italia. A Crotone, ho incontrato 3000 giovani delle scuole. Abbiamo parlato di Olimpiadi e di sport. Crotone è il sud. E’ la città dei Giochi, dell’epoca storica, prima di Cristo. E’ la città di Milone, dei grandi atleti. C’è un bel coinvolgimento. C’è molto da lavorare. Quello che è fondamentale per noi, è dare un segnale al Comitato Olimpico Internazionale, di un giusto spirito di squadra di unità di intenti”.

Qual è, secondo lei, il segreto per vincere i Giochi?
“Essere uniti. Tutti insieme. Ognuno deve dare, il proprio contribuito. Siamo qui alle Fiamme Gialle. Una delle istituzioni militari più importanti del Paese, che fa tanto per lo sport. Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione, perché questo è un avvenimento straordinario per il Paese, per Roma, per l’Italia e per i giovani di oggi”.

Quali saranno i benefici potati, da una eventuale assegnazione?
“Abbiamo dato dei numeri molto interessanti. Significa che porterà una crescita del Pil, dell’occupazione. Avere, in un mondo che vive di promozione, un altro risultato prestigioso, dopo quello dell’Expo, che è stato così importante per il Paese, sarebbe fondamentale. Abbiamo visto, che città come Londra e Barcellona, ad esempio, che hanno ospitato le Olimpiadi, negli anni dopo, hanno avuto una grande crescita turistica, ma soprattutto, hanno fatto degli interventi nelle infrastrutture, straordinari. Se vediamo ancora oggi, qui a Roma, le Olimpiadi del ’60 hanno lasciato, delle cose importantissime”.

Qual è il suo personale ricordo dell’Avvocato Gianni Agnelli?
“E’ stata una delle persone più importanti della mia vita”.

Foto : Giuseppe Marchitto
Alessandra Giorgi

Più informazioni su