Seguici su

Cerca nel sito

Sabato 16 aprile solidarietà ambientale sull’arenile della Palude e di Torre Flavia

Cerfolli: "L'obiettivo è far si che le nostre spiagge libere siano mantenute pulite da tutto il materiale inquinante"

Più informazioni su

Il Faro on line – A Ladispoli proseguono le giornata volontarie di solidarietà ambientale dedicate alla rimozione della plastica sull’arenile della Palude e della spiaggia libera di Torre Flavia. “L’appuntamento – ha detto il delegato del sindaco per il Controllo delle Acque Marine, Flavio Cerfolli, – per tutti coloro che vorranno collaborare a questa iniziativa è per sabato 16 aprile. La solidarietà ambientale continuerà anche il 23 aprile, 21 maggio e 25 giugno e sarà realizzata in collaborazione con la Città Metropolitana di Roma Capitale e delle Associazioni Ambientalistiche Locali che, insieme ai cittadini e alle scolaresche di Ladispoli e Cerveteri, saranno protagonisti di una attività ecologica ed ambientale, per la salvaguardia della Palude di Torre Flavia. La pulizia dell’arenile interesserà inizialmente la zona della Palude di Torre Flavia e continuerà nei sabati che seguiranno sulle spiagge libere della costa del litorale ladispolano. L’iniziativa avrà inizio alle 9.30 di sabato 16 aprile presso l’entrata del Centro Visite della Palude di Torre Flavia in via Roma 111”.

“L’obiettivo – ha concluso Cerfolli – è quello di aiutare le nostre spiagge libere ad essere mantenute pulite da tutto il materiale inquinante di varia natura che durante le giornate di condizioni meteo avverse, viene trasportato dalle onde del mare. Materiale in gran parte inquinante e dannoso per gli abitanti del nostro mare come mozziconi di sigarette, bottiglie (in plastica e in vetro), scarpe, contenitori in plastica e in polistirolo, batterie, copertoni per auto ed alcune bombolette. Questo materiale verrà raccolto e depositato nei vari contenitori e buste che ogni partecipante porterà a seguito per contribuire alla realizzazione dell’opera. Sarà una giornata piena di soddisfazione perché oltre a rendere la spiaggia pulita, sarà anche un’azione d’amore per la natura e l’ambiente che, continuo ad affermare, è un patrimonio di tutti e per questo va rispettato”.

Più informazioni su