Seguici su

Cerca nel sito

I tanti record di Oxana Corso e la medaglia di bronzo ai Mondiali

Un grande podio, a Doha applaudito e omaggiato al Comando Generale delle Fiamme Gialle. E Oxana attende con trepidazione, i suoi secondi Giochi Paralimpici

Più informazioni su

Il Faro on line – Reduce da un grande week end di gare a Grosseto, che lei stessa racconta, ai lettori de Il Faro on line, quello che l’ha vista protagonista al Gran Prix dell’Atletica Leggera Paralimpica, del 9 e 10 aprile scorsi, Oxana Corso, in attesa di essere premiata dalla Guardia di Finanza di Roma, grazie alla sua medaglia di bronzo vinta ai Mondiali di Doha, sorride e descrive con entusiasmo, la sua avventura sportiva, sulle piste di tutto il mondo.

Tanti, sono stati i record registrati dalla campionessa romana delle Fiamme Gialle, che alle Paralimpiadi di Londra 2012, era salita sul secondo gradino del podio, nei 100 e 200 metri, categoria T35. Da allora, ad ogni rinnovata competizione, Oxana non si dimentica di dare il meglio di sé e di distribuire gioia a tutti i suoi tifosi. E farà certamente, la stessa cosa, non solo ai prossimi Europei italiani, ma anche e soprattutto a Rio 2016, come lei stessa, confessa. 

Seduta nella Sala Sante Laria, del Comando Generale, insieme ai suoi straordinari colleghi gialloverdi e indossando la divisa sportiva delle Fiamme Gialle, di cui fa parte dal 2014, la Corso si emoziona, in attesa di essere insignita di un prezioso diploma di merito, da parte del Gen. Giorgio Bartoletti, Comandante del Centro Sportivo della Guardia di Finanza di Castel Porziano, dal Gen. Saverio Capolupo, Comandante della Guardia di Finanza di Roma e dal Presidente del Coni, Giovanni Malagò. 
Con la sua consueta gioia di atleta e appassionata dello sport, il 13 aprile, ha raccontato le sue emozioni più intense, vissute in pista.

Cara Oxana, ogni anno ritorni al Comando Generale. Quali sono le tue particolari emozioni, per questa nuova occasione?
“Questo è un evento per me, molto importante. Ne sono molto orgogliosa. Va ad onorare tutti gli sforzi che faccio durante l’anno. Sono contentissima. Sono reduce da un week end di gare, dove ho fatto due personali. Ho registrato due record italiani, dove ho accorciato di tanto. Il precedente sui 200, era di 32’’20. A Grosseto, ho fatto 31’’67. Invece, mi sono presa la rivincita sui 100, che avevo corso a Doha. Dal 15’’14, sono scesa ai 14’’91. Sono veramente soddisfatta”.

Un bronzo mondiale, a Doha. Molto importante. Come hai vissuto, quella medaglia?
“Quella medaglia è stata inaspettata. Sono partita con un po’ di insicurezza, all’inizio. Ero fuori dal podio, sia nei 100 che nei 200. Invece, poi è cambiato tutto. Quel bronzo vale tutto per me. Avere questo tipo di riconoscimento, è veramente tanta emozione”.

Un appuntamento affascinante, saranno le Paralimpiadi di Rio 2016. Come le stai aspettando?
“Ovviamente, lo sforzo maggiore sarà a Rio. Mi sento un po’ agitata, perché sono in forma e spero di mantenere questo stato fisico. Speriamo bene. A settembre, vi aspettiamo tutti incollati al televisore”.

Ed ancora una volta, dopo Londra 2012, gli appassionati di atletica leggera, accompagneranno Oxana, verso il podio. 

Foto : Ufficio Stampa Fiamme Gialle

Alessandra Giorgi

Più informazioni su