Seguici su

Cerca nel sito

Città Futura: “Ridare dignità al Paese”

Signori e Screti: "Perdete anche solo 5 minuti del vostro tempo per venirci a conoscere, per ascoltare il nostro punto di vista"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Per molti di noi questa è la prima campagna elettorale e per alcuni sarà forse anche l’unica! Qualche certezza tuttavia l’abbiamo maturata e per questo vogliamo condividere una riflessione e lanciare qualche provocazione: Per Chi Voto e perché?
Molti ritengono che in campagna elettorale sia importante avere dietro i partiti politici tradizionali e che le liste civiche disperdano solo voti o giochino il ruolo di civetta per accrescere il bacino della lista principale attorno alla quale si schierano. A proposito dei grandi partiti non possiamo far finta di ignorare la presenza della longa manus della politica romana, sicché i cittadini che in buona fede ritengono di poter esprimere una preferenza di voto, in realtà si ritrovano a subire candidature calate dall’alto, senza possibilità di metterle in discussione” – lo dichiarano in una nota Francesca Signori e Marco Screti di Città Futura.

“Nella comunità locale – prosegue la nota – la scelta deve essere libera e autonoma, selezionando persone oneste, competenti e continuamente formate per essere all’altezza dei ruoli ricoperti, con una buona preparazione culturale e professionale. La storia comunale recente ci dimostra al contrario, cosa hanno prodotto questi grandi schieramenti: approssimazione, incompetenza e comportamenti al limite della liceità, che sono ancora al vaglio delle autorità giudiziarie. Riteniamo che non ci sia partito o bandiera che garantisca il risultato atteso ma che debbano prevalere le idee e la buona volontà nel fare per ridare dignità a questo paese”.

“Vogliamo pertanto rivolgerci:
– a tutte quelle persone che sfogliando le liste elettorali sono deluse e scoraggiate dal vedere sempre gli stessi nomi, da anni attori di una tragedia a cui dobbiamo mettere fine;
– a tutte quelle persone che ogni volta affidano il loro voto ai cosiddetti “portatori di voti” senza preoccuparsi dei programmi e delle competenze di chi si sta votando. Non possiamo continuare ad affidarci a questi personaggi che con promesse più o meno vaghe, cercano di guadagnarsi voti in cambio di presunti favori, rigirando con la dialettica ogni argomento, presentandolo a loro vantaggio. Se oggi Nettuno è una città “violentata” nel suo intimo è proprio grazie a questi personaggi che continuano a vendere situazioni improponibili, adescando molti in tali tranelli. Riprendendo una citazione dal libro “Sulle regole” di G. Colombo, si scopre che “Si tiene questo atteggiamento non solo perché materialmente più comodo ma perché la responsabilità costa, in un primo momento genera incertezze, ripensamenti, dubbi e poi rimpianti, recriminazioni e senso di colpa. Se si affidano le scelte ad altri, la responsabilità individuale pare.”
– a tutte quelle persone che si occupano di volontariato per passione, del sociale, dello sport, della cultura con sano senso civico e responsabilità. Non fatevi ingannare da promesse elettorali; non affidatevi ai “portatori di voti”, perchè gran parte di ciò che chiedete, gran parte di ciò che avete bisogno per la vostra mission vi è “dovuto”.

“La nostra sede di Via Carlo Cattaneo è aperta tutti i giorni! Perdete anche solo 5 minuti del vostro tempo per venirci a conoscere, per ascoltare il nostro punto di vista, ma soprattutto perché siamo noi i primi a voler conoscere le vostre idee per cercare il giusto percorso da realizzarle tutti insieme” – conclude il comunicato.

Più informazioni su