Seguici su

Cerca nel sito

I reati predatori e lo spaccio di droga nei mirino dei Carabinieri

Sette persone arrestate nelle ultime ore

Più informazioni su

Il Faro on line – A Fiumicino, i carabinieri della locale Stazione sono intervenuti nel centro commerciale “Parco Leonardo”, dove hanno arrestato D.B.M., pregiudicato senegalese di 33 anni, sorpreso a rubare capi di abbigliamento in due noti negozi. L’uomo era già riuscito a rimuovere le placche antitaccheggio da alcuni capi, quando è stato notato da un impiegato che ha subito allertato il 112. Dopo poco, sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno recuperato la merce e arrestato il ladro.

A Vitinia, i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato per furto aggravato due pregiudicati romeni: si tratta di T.P. e C.M. rispettivamente di 25 e 35 anni, entrambi senza fissa dimora. Questa volta, provvidenziale è risultata la segnalazione al 112 da alcuni cittadini, insospettiti dall’atteggiamento sospetto di due stranieri che girovagavano tra le auto in sosta nel parcheggio di un supermercato in Largo Bruno Angoletta. Quando i carabinieri sono giunti sul posto, hanno bloccato ed identificato i due stranieri; il sospetto dei cittadini è risultato fondato, in quanto in seguito alla perquisizione, i due sono stati trovati in possesso di prodotti cosmetici e alimentari che avevano rubato poco prima in due negozi, ubicati rispettivamente in Largo Bruno Angoletta e via Fosso del Torrino. La merce è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari, i due ladri, invece, sono arrestati per furto aggravato in concorso.

A Casal Palocco, i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato una pensionata romana di 61 anni, con l’accusa di furto di energia elettrica. Durante il controllo, i militari hanno scoperto che la donna aveva realizzato un allaccio abusivo dal contatore della sua abitazione, che già in precedenza era stato isolato e sigillato, al cavo elettrico della cabina dell’Acea, posizionata in strada.

Ostia: nell’ambito delle attività di prevenzione e di repressione del fenomeno dello spaccio di droga tra il litorale e l’entroterra, tre pregiudicati sono stati tratti in arresto in questi ultimi giorni. Il primo a finire in manette è stato C.C. romano di 22 anni, già noto alle forze dell’ordine. In seguito a una perquisizione eseguita d’iniziativa dai carabinieri della Stazione di Roma-Acilia, nella sua abitazione in via Francesco Donati, l’uomo è stato trovato in possesso di 25 grammi di marijuana, 4 di hashish, e tutto l’occorrente utile al confezionamento della sostanza stupefacente. Nel corso di una diversa attività, i carabinieri della Stazione di Ponte Galeria hanno arrestato un pregiudicato albanese di 34 anni. Durante un controllo stradale, i carabinieri hanno intimato l’alt ad una Mercedes classe “C” il cui conducente, anziché fermarsi, ha accellerato la marcia e si è dato alla fuga; ne è scaturito un inseguimento terminato in via di Malagrotta, dove la gazzella dell’Arma ha raggiunto il fuggitivo, identificandolo per L.A. E’ stato accertato che l’uomo guidava sotto l’effetto di stupefacenti, infatti, durante la perquisizione, nella sua auto i militari hanno trovato tracce di cocaina. Inoltre, nel cofano del veicolo, è stata rinvenuta una grossa mazza in legno della quale l’uomo non ha saputo, o voluto, dichiararne la provenienza, oggetto ch’è stato poi sequestrato, poiché ritenuto atto ad offendere.

Poco dopo, gli investigatori hanno perquisito la sua abitazione in via della Magliana; qui, l’uomo, pur di sottrarsi al controllo, li ha strattonati opponendo una ferma resistenza, reato per il quale è stato tratto in arresto. Il pregiudicato è stato inoltre denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere e per guida sotto l’effetto di stupefacenti. Infine, durante un mirato servizio antidroga condotto in via della Muratella, i carabinieri della Stazione di Fregene hanno proceduto al controllo di una Lancia Y condotta da R.G., 42enne romano, già noto ai carabinieri per i suoi trascorsi con la giustizia. Al suo fianco era seduto B.C., 31nenne romano. Il loro atteggiamento sospetto ha indotto i militari ad approfondire il controllo, per cui hanno dato corso alle perquisizioni. Nell’abitazione di quest’ultimo, i militari hanno rinvenuto e sequestrato 525 grammi di marijuana, 11 di hashish e tutto l’occorrente utile al confezionamento della droga; per l’uomo sono subito scattate le manette ai polsi per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il controllo ha consentito altresì di accertare che R.G. guidava sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e con la patente di guida che gli era stata precedentemente sospesa, reati per i quali è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria.

Più informazioni su