Seguici su

Cerca nel sito

“Città Futura”: apertura di un centro polivalente culturale

Insacco: "I giovani sono la nostra risorsa più preziosa, in termini di capitale umano"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Il 23 aprile si celebra la Giornata del libro e del diritto d’autore, un evento patrocinato dall’Unesco per promuovere la lettura. In qualità di attivista di Città Futura intendo illustrare la tematica dell’educazione e principalmente della Promozione Culturale nel territorio comunale soprattutto attraverso i giovani” – a parlare la dottoressa Natascia Insacco, candidata al consiglio comunale con Giulio Verdolino sindaco.

“I giovani sono la nostra risorsa più preziosa, in termini di capitale umano.
Viviamo in un periodo dove le nuove generazioni sono penalizzate nel trovare quale sia la loro collocazione all’interno della società, non hanno percezione di quale sia il loro futuro, con un allarmante tasso di abbandono scolastico. D’altronde come dargli torto, anni e anni di pessime politiche che non hanno dato loro la giusta considerazione e soprattutto indirizzarli in scelte consapevoli e sane”.

“Da questo scenario – prosegue il comunicato – di sofferenza e malessere adolescenziale e giovanile e in aggiunta ad un periodo in crisi di valori etici e morali scaturiscono stili di vita preoccupanti: il problema delle dipendenze, non solo da sostanze (alcol, droghe) ma anche di tipo comportamentale come un eccessivo utilizzo di Internet, Social Network, gioco d’azzardo.
Tale fenomeno spesso trova terreno fertile tra i giovani, maggiormente sensibili agli stimoli provenienti dal mondo che li circonda. Ragazzi che vivono gran parte della loro giornata nelle strade o nelle piazze della città, talvolta anche per la mancanza di idonee strutture di aggregazione e di partecipazione rischiando, in alcuni casi, di incorrere in compagnie poco rassicuranti”.

“Noi tutti siamo chiamati in causa: classe politica, famiglia, scuola, dobbiamo raccogliere la sfida della riaffermazione del rispetto della persona umana, del senso civico, della responsabilità individuale e collettiva, nonché del valore di bene comune, che affondano le radici nella nostra Costituzione.
Da qui il nostro pensiero: l’apertura di una biblioteca-centro polivalente culturale nella città di Nettuno. Vogliamo offrire un luogo di educazione e promozione culturale oltre che di aggregazione sociale per ogni fascia d’età, promuovere l’importanza dei luoghi fisici di aggregazione e delle amicizie e relazioni basate sull’incontro e la socializzazione reale e non virtuale”.

“La Biblioteca come strumento di democrazia: luogo dove coltivare la cultura, promuovere la lettura, organizzare giornate di studio, fare animazione culturale, orientare i giovani verso una cittadinanza attiva, solidarietà, azione di forte impegno sociale, ricerca, creare sportelli informativi ed attività interculturali, organizzare laboratori e attività creative, cicli di conferenze.
La biblioteca che vogliamo deve essere sensibile alle nuove tendenze e aggiornare continuamente e puntualmente le offerte, aprendosi alla multimedialità.
Deve aprirsi agli interessi del tempo libero del suo giovane pubblico, ai media della cultura giovanile e alle sue tematiche: la moda, lo sport, la musica, il cinema, le serie televisive , la cultura pop, il mondo dei computer, i graffiti, le star del momento e altre espressioni del mondo giovanile”.

“Per realizzare con successo un tale concetto di biblioteca è fondamentale la partecipazione dei giovani è assolutamente necessario farlo con loro, i primi conoscitori delle ultime tendenze. Indubbiamente tante sono le criticità nella nostra città che quotidianamente viviamo: mobilità, inquinamento, decoro urbano, ma a mio avviso di fondamentale importanza è iniziare da loro; i giovani -“il nostro futuro”, per realizzare un cambiamento, attraverso la cultura come strumento per divenire cittadini consapevoli dei diritti e doveri all’interno di una società civile” – conclude la Insacco.

Più informazioni su