Seguici su

Cerca nel sito

Erasmus Plus, 56 alunni e docenti di 9 Paesi europei ospiti per il programma 

La docente della scuola portoghese: "Sarà difficile eguagliare l’accoglienza delle famiglie di Cerveteri"

Più informazioni su

Il Faro on line – Sono appena ripartiti alunni e docenti di otto scuole europee ospiti a Cerveteri in occasione della mobilità in Italia. Il progetto, al suo secondo anno di vita, è stato finanziato dalla Commissione Europea ed è coordinato dall’Istituto Comprensivo Giovanni Cena. Obiettivo della collaborazione internazionale è la formazione dei docenti, l’innovazione e lo sviluppo delle competenze linguistiche, digitali ed europee. Ma la finalità principale è la cooperazione interculturale tra insegnanti e studenti delle scuole di tutta Europa. Il progetto si fonda sulla reciproca conoscenza e valorizzazione dei “tesori” che ognuno dei nove paesi possiede: arte, cultura, natura vengono approfonditi e condivisi da tutti gli alunni e docenti attivamente coinvolti nel progetto. 

“Un’esperienza bellissima – hanno commentato gli Assessori del Comune di Cerveteri Lorenzo Croci (Turismo) e Francesca Cennerilli (Pubblica Istruzione) – siamo orgogliosi di aver accompagnato gli studenti e i docenti alla scoperta del nostro Patrimonio e delle impressioni che abbiamo raccolto da loro. Un grande ringraziamento alla Giovanni Cena e soprattutto a tutte le famiglie di Cerveteri che hanno riservato ai nostri ospiti un’accoglienza eccezionale, che di sicuro ricorderanno a lungo”. 

“Europe Web Walking” è una passeggiata virtuale attraverso i paesi, concretizzata poi nella mobilità degli studenti che hanno così l’opportunità di vivere un’esperienza diretta, di conoscere luoghi e persone di altri Paesi, di lavorare in team internazionali sperimentando anche diverse consuetudini culturali. 

“Sarà difficile eguagliare l’accoglienza donataci dalle famiglie italiane” ha detto la docente Cristina Melo, rappresentante del Portogallo in occasione della farewell dinner. Il docente dei Paesi Bassi Guido Amkreutz, ha poi letteralmente commosso la platea con il suo discorso conclusivo: “in 35 anni di esperienza spesi in progetti europei, vedo per  la prima volta che in una mobilità si raggiunge una perfetta coesione tra studenti, famiglie ospitanti e docenti… si è realizzato pienamente lo spirito del progetto!” 

Grande soddisfazione per il Dirigente Scolastico Francesca Borzillo, per i docenti che coordinano il progetto e per l’Amministrazione Comunale che lo ha patrocinato.

Più informazioni su