Seguici su

Cerca nel sito

Politiche sociali: l’assessore regionale Visini incontra Stefanelli

Stefanelli: “La famiglia è un’istituzione primaria ed è il cuore della citta'”

Più informazioni su

Il Faro on line – Nel pomeriggio di venerdì 22 aprile, alle ore 17.30, presso il ristorante La Dogana, l’assessore regionale alle Politiche Sociali, Rita Visini, ha partecipato a un incontro pubblico con il candidato a sindaco Gerardo Stefanelli per parlare dei servizi di welfare territoriale e sussidiarizzazione della politica sociale. “La nostra azione politica in materia di welfare locale sarà incentrata sulla famiglia e sulla persona. Per questo istituiremo l’assessorato alla famiglia e alla persona, in cui far rientrare anche la delega alla scuola, in modo da approntare una strategia unica per costruire completamente da zero una vera politica di solidarietà sociale nel nostro comune. Un cambiamento che – afferma Stefanelli – riguarderà sia il metodo sia la sostanza delle politiche da attuare.”

“La crisi economica e la complessità della società moderna hanno portato alla luce nuove forme di disagio che si aggiungono a quelle tradizionali storicamente presenti nella nostra società. È chiaro che non sono sufficienti i due assistenti sociali attualmente al comune per poter efficacemente rispondere a queste esigenze. C’è bisogno di costruire una vera e propria rete di comunità che passi attraverso il coinvolgimento di tutte le parti sociali maggiormente rappresentative presenti ed operanti sul territorio. La sussidiarietà – precisa – sarà la stella polare della nostra metodologia di governo delle problematiche sociali: un coinvolgimento attivo e costante delle parrocchie e delle associazioni che realmente si occupano di assistenza sociale e solidarietà. Un coinvolgimento che avverrà attraverso l’istituzione della consulta permanente sui bisogni delle famiglie e della persona deputata a tracciare una mappa dei bisogni, a quantificare anche l’entità delle risorse necessarie a dare risposte adeguate per poter poi avviare una programmazione che sia efficace e calibrata rispetto alla realtà attuale del nostro territorio.”

“In collaborazione con i principali Istituti creditizi locali costituiremo un Fondo Rotativo di garanzia, volto a sostenere particolari situazioni di momentanea difficoltà delle famiglie. Siamo intenzionati ad adottare regole e procedure chiare nell’individuazione delle famiglie aventi diritto a prestazioni assistenziali, e degli enti che andranno a candidarsi per svolgere attività in tali campi, così da favorire una cultura della legalità, trasparenza ed efficienza, anche e soprattutto nel settore del welfare. Sarà applicato il ‘Quoziente Familiare’ per la fiscalità locale e posta particolare attenzione alle politiche abitative sociali, favorendo – continua – le famiglie numerose e gli anziani soli e in difficoltà, e saranno promossi reali interventi di housing sociale. Lavoreremo per promuovere e sostenere forme di cooperazione socio-assistenziale per il sostegno dell’anziano non autosufficiente e in difficoltà economica e favorendo, ove possibile, forme di reinserimento sociale in azioni di volontariato cittadino.”

“Sarà nostro impegno favorire metodologie e diffusione dell’utilizzo di fondi europei, regionali e nazionali, per progetti socio-assistenziali. Sosterremo le politiche educative delle scuole comunali. Dare corso ad attività pre e post scolastica per venire incontro a quelle famiglie impegnate nel mondo lavorativo. Sosterremo servizi di asili nido, di cui c’è grande necessità nella nostra città, e incentiveremo forme di socializzazione tra famiglie. Lavoreremo per costruire insieme una società solidale. È importante riunire le forze – conclude Stefanelli – per il bene comune della nostra città. Dobbiamo capire che lo stato delle cose a Minturno può cambiare. La gente ha buon senso e saprà scegliere.”

Più informazioni su