Seguici su

Cerca nel sito

Esercizio finanziario 2015, c’è un avanzo di oltre 15 milioni di euro

L'assessore Avesani: “Il bilancio consuntivo del 2015 conferma la bontà del piano di risanamento delle casse comunali" 

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Sindaco e la Giunta hanno deliberato ieri pomeriggio il rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2015 (Delibera di G.C. n. 100 del 21/04/2016). “Il Bilancio consuntivo del 2015 – spiega l’Assessore Emanuela Avesani – conferma che il piano di risanamento delle casse comunali che l’Amministrazione sta portando avanti sta dando dei frutti. Le attività messe in atto in questi anni hanno permesso di alleggerire le spese di competenza dimostrando la buona gestione dell’Ente, che ha consentito di risparmiare e accantonare più del previsto, senza aumentare le tasse o ridurre i servizi”.

Il rendiconto di competenza 2015 si chiude infatti con un avanzo di 15.641.850,05 euro, consentendo anche di accantonare fondi consistenti quali: Fondo Anticipazione di liquidità (D.L. 78/2015) per oltre 8 milioni di euro e Fondo Rischi per Passività Potenziali per quasi 7 milioni di euro.

“A questo si aggiunge un dato rilevante – continua Avesani – il Comune sta rispettando il piano di rientro del disavanzo straordinario, quantificato in misura trentennale con una rata annua pari a 4.193.969,33 euro (Delibera di C.C. n. 37 del 16/6/2015, ndr), che per l’anno 2015 registra addirittura un miglioramento del risparmio, rispetto alla rata annuale, di 816.144,88 euro”.

Il disavanzo straordinario al 31 dicembre 2014 era infatti di oltre 125 milioni che, secondo il piano di rientro sarebbero dovuti scendere in un anno a circa 121 milioni. Il risultato conseguito invece è migliorativo di oltre 800 mila euro, con un disavanzo tecnico a seguito del riaccertamento straordinario dei residui (Delibera G.C. n. 103/2015) che si attesta al 31/12/2015 a 120.808.965,61 euro (vedi Schema 2).

“Continuiamo a dimostrare che il taglio delle spese superflue e l’ottimizzazione della macchina amministrativa pagano – dichiara il Sindaco Fabio Fucci – Chiudiamo il rendiconto 2015 con un risultato positivo di oltre 15 milioni di euro, raggiunto grazie alle azioni messe in atto in questi anni, dalla chiusura delle società partecipate inutili al taglio delle retribuzioni ai dirigenti, dal risparmio sugli affitti delle sedi comunali a quello dell’appalto sulla raccolta dei rifiuti. Tutto questo senza alzare le tasse ai cittadini, bensì fornendo loro servizi più efficienti e impegnando importanti risorse economiche nelle opere pubbliche. I numerosi cantieri avviati e conclusi nel corso del 2015 dimostrano che i risparmi conseguiti ci hanno consentito di rispondere concretamente alle esigenze della Città e dei cittadini. L’azione di risparmio attuata non mira esclusivamente all’azzeramento del debito ereditato, ma a fornire a Pomezia i servizi e le infrastrutture che i cittadini meritano. Confermiamo quindi anche quest’anno che il cambio di rotta avviato dalla nostra Amministrazione sta dando frutti sempre più ricchi: abbiamo trovato un Comune sull’orlo del dissesto, oggi, dopo tre anni di buona gestione delle casse comunali, possiamo iniziare a lavorare con più agio cercando di rispondere in maniera sempre più efficiente alle esigenze della cittadinanza”.
Ilaria Perfetti 

Più informazioni su