Seguici su

Cerca nel sito

Osmani Garcia ospite di Niko Sinisgalli al ristorante Tazio

Il Faro on line - Tradizione culinaria unita a musica, fiori ed eleganza sono stati gli ingredienti che hanno ‘condito’ e caratterizzato uno degli appuntamenti più importanti del momento per la Chaine des Rotisseurs che, nel giorno del Natale di Roma, ha celebrato il World Chain Day. Teatro della manifestazione il noto ristorante Tazio di Roma. Tra abiti fruscianti, smoking, sete colorate, delicate rose rosa donate alle signore  da Maria Rosito Sinisgalli, la padrona di casa, i responsabili nazionali e i soci di vari Ballaige dell’associazione enogastronomica  più antica al mondo e presente in ben 80 paesi si sono riuniti per portare avanti la cultura della buona tavola ma non solo. Fondamentali sono i valori come l’amicizia, il rispetto e la solidarietà, che costituiscono l’essenza stessa dello statuto.

A deliziare i palati le prelibatezze preparate da Niko  Sinisgalli, lo chef della chaine des rotisseurs da ben 4 anni, e dai suoi studenti. Dietro le quinte Niko prepara, insegna e istruisce quelli che, un domani, saranno gli chef della nuova generazione. Trasmettere la sua passione ai giovani che si affacciano in questo settore è una delle sue sfide. Per lui, il re della cucina, è importante lavorare in armonia, con amore e trasporto. Ogni ingrediente viene scelto accuratamente da Niko, nulla è lasciato al caso. Solo così si possono creare dei piatti, unici, straordinari come quelli realizzati per la serata.

Cullati dalle note suonate da Carlo Dal Piaz accompagnato dalla voce di Nicola Machesini i commensali hanno assaporato delle capesante scottate con zuppa di cardoncelli lucani, topinambur e sentore di lime, un delizioso risotto carnaroli mantegato con taleggio e mostarda di mele per passare poi a dei ravioli di pasta all’uovo con stracotto di anatra all’anice stellato e foie gras, patate, burro alla cannella e perle di carote. Caldo freddo di agnello in crosta di timo limonato con ortaggi della Sabina e per concludere uno straordinario dolce alla ricotta con frutta e palline di cioccolato.

A dare un’ulteriore emozione alla serata, organizzata da Anna Accalai, un ospite inaspettato: Osmani Garcia che, con la sua bellissima Dayami la Musa, si sono esibiti e hanno cantato il loro attuale cavallo di battaglia "El Taxi". Osmani, era al Tazio per partecipare alla serata di Maria e Niko e per incontrare Giuseppe Pronesti per confermare la sua partecipazione alla prima edizione del Premio Latin Music all’interno del progetto MusicAfrica.

Incantato dall’atmosfera l’artista, con la sua bellissima Musa, ha accettato di buon grado l’invito dell’associazione ad unirsi a loro. Osmani come i membri dell’associazione, è impegnato nel sociale. La Chaine è infatti presente in vari Paesi dove il loro contributo arriva senza dispersione di fondi. Patrizia Spada, responsabile italiana, è appena dall’ultima missione nel Burkina Faso dove ha consegnato infatti una cucina industriale per una scuola di cucina. La serata si è conclusa con un brindisi allo scoccare della mezzanotte.

Più informazioni su

Più informazioni su