Seguici su

Cerca nel sito

La Benacquista Latina Basket conquista a permanenza nel campionato di Serie A2

Coach Franco Gramenzi "Grazie alla squadra e allo staff tecnico e medico"

Più informazioni su

Il Faro on line – Al termine dell’ultima partita della stagione regolare, e per i nerazzurri anche dell’ultima della stagione, il capo allenatore nerazzurro coach Gramenzi ha evidenziato l’importanza di aver raggiunto l’obiettivo della permanenza nella seconda categoria nazionale, nonostante i tanti infortuni subiti nel corso dell’anno e le difficoltà proprie di un campionato equilibrato e complesso come quello di Serie A2. “Preferisco evitare di commentare la partita giocata con Casalpusterlengo, cui però faccio i miei complimenti per il lavoro fatto, mentre desidero parlare della stagione disputata. Siamo contenti della stagione che abbiamo fatto perché in fondo è stata una grande stagione visti tutti gli infortuni che abbiamo subito” – afferma il tecnico.

“Anche se gli atleti americani sono stati sostituiti – prosegue Gramenzi – alcune partite le hanno saltate e questo ci ha creato ovviamente delle difficoltà, per non parlare degli infortuni occorsi ai giocatori italiani, come Uglietti che non ha preso parte a 8 partite o Ihedioha che ha dovuto restare fermo per 4 turni, ma nonostante tutte queste complicazioni siamo riusciti a rimanere abbastanza in equilibrio e siamo soddisfatti di quello che abbiamo dimostrato in campo. Aver dato la passibilità ai nostri tre under di scendere sul parquet per diversi minuti nel corso di ogni partita è uno degli obiettivi che la società si era prefissata e che abbiamo conquistato. I nostri giovani atleti, anche se devono continuare a migliorare e a crescere,  oltre ad aver fatto una grande esperienza e ad aver creato dei buoni presupposti per il loro futuro cestistico, sono stati utili e determinanti  per il nostro gruppo nel corso di questo campionato”.

Il tecnico pontino esprime poi i suoi ringraziamenti nei confronti di tutti coloro che hanno contribuito al conseguimento del risultato agognato; “desidero ringraziare tutta la squadra, lo staff tecnico – sottolinea il Coach – a partire dal mio assistente coach Giuseppe di Manno, al preparatore fisico Kozul, al fisioterapista e lo staff medico perché sono stati tutti fondamentali per il raggiungimento dell’obiettivo prefissato che era quello della permanenza nella categoria di Serie A2, che non era assolutamente scontato, né semplice per il tipo di squadra che avevamo e per la complessità e l’equilibrio del campionato. Desidero fare un ringraziamento particolare a William Mosley che è stato un elemento determinante per noi, ci ha dato moltissimo ed essere riusciti a girare al girone d’andata con +1 è e dipeso molto anche dal suo rilevante contributo. Nel girone di ritorno, le uniche partite che ha disputato lo ha fatto già da infortunato e per noi è stato molto pesante dover poi fare a meno totalmente della sua presenza, tanto che abbiamo concluso la stagione con -2”.

“Rispetto all’altro giocatore statunitense, Chace Stanback – afferma con grande spirito sportivo Franco Gramenzi – che ha giocato meno partite e ha avuto molti più problemi fisici, Mosley ha inciso molto di più soprattutto per la tipologia di squadra che avevamo strutturato. Ringrazio anche la società che nei momenti difficili, che fortunatamente non sono stati particolarmente numerosi, è rimasta sempre vicino alla squadra, senza mai mettere pressione anche in occasione delle sconfitte”.

Il campionato proseguirà con i playoff e i playout che decreterà promozione e retrocessioni tra le formazioni che Vi prenderanno parte, mentre per la Benacquista Latina, la Bermè Reggio Calabria, L’Angelico Biella, la Npc Rieti e l’Assigeco Casalpusterlengo, classificatesi tra il nono e il tredicesimo posto in classifica e quindi qualificate per la permanenza nella categoria di Serie A2 anche per la prossima stagione, è già tempo di riposo.

Più informazioni su