Seguici su

Cerca nel sito

Fregene: da ex villa del boss a Casa della Cultura

Ospiterà la biblioteca Pallotta, la Pro Loco ed eventi culturali del Comune 

Più informazioni su

Il Faro on line – È stata inaugurata questo pomeriggio a Fregene la Casa della Cultura del Comune di Fiumicino, che ospita la biblioteca Gino Pallotta, alla presenza tra gli altri del sindaco Esterino Montino, dell’assessora alla Cultura della Regione Lazio Lidia Ravera, della vicesindaco Anna Maria Anselmi, dell’assessora alla Cultura del Comune di Fiumicino Arcangela Galluzzo e dell’assessore alle Politiche del Territorio Ezio Di Genesio Pagliuca. Il villino si trova in viale della Pineta 140 e ospiterà i locali della Pro Loco di Fregene e Maccarese. Sequestrato nel 2001, è un bene confiscato alla mafia appartenuto, secondo gli inquirenti, a un esponente della banda della Magliana.

“Questa grande villa –spiega il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino – da oggi è la casa della cultura del comune di Fiumicino. Attraverso una delibera del Consiglio Comunale abbiamo deciso che sarà anche nuova sede della Biblioteca Gino Pallotta e ospiterà anche la Pro Loco di Fregene e Maccarese. Sono oltre circa 300 mq tutti su un piano, che abbiamo voluto valorizzare al massimo, destinandoli a chi sul nostro territorio si è sempre dedicato alla diffusione della Cultura, alla promozione della Lettura e del Turismo. Si tratta di un bellissimo spazio dotato di un grande giardino che diventerà un importante centro di aggregazione culturale per tutto il territorio. Realizzare qui, dove prima c’era una villa del boss, una Casa della Cultura rappresenta un segnale importante per gettare il seme della Cultura dove prima regnava l’illegalità. Basti pensare che solo la Biblioteca Pallotta possiede circa 22mila libri, che tutti i cittadini possono leggere o consultare”.

“I lavori –spiega l’assessore alle Politiche del Territorio, Ezio Di Genesio Pagliuca – a cura della società Ares 2002, proprietaria del villino in cui erano situati precedentemente i locali della biblioteca, erano terminati alla fine di novembre e si è proceduto immediatamente con l’allestimento delle strutture interne e il successivo trasferimento dei libri e delle attrezzature. Sono convinto che questo luogo rappresenterà un punto di riferimento per tutto il territorio, non solo per gli abitanti di Fregene e Maccarese. Nasce oggi un centro culturale permanente: accanto ai classici servizi offerti dalla biblioteca, si andranno ad aggiungere anche altre tipologie di eventi e attività culturali. L’inaugurazione di oggi rappresenta uno dei tasselli dell’operazione che stiamo conducendo e che abbiamo voluto incentivare sin dal primo momento, ovvero quella di riconvertire le strutture pubbliche abbandonate o precedentemente dedicate a usi non propriamente sociali a quella che è una finalità sociale”.

“Sono davvero felice che il nostro territorio si arricchisca di un polo così importante –ha dichiarato l’assessore alla Cultura Arcangela Galluzzo –la posizione in cui si trova la Casa della Cultura, nelle immediate vicinanze del mare e delle zone più frequentate di Fregene, permetterà ad un numero sempre maggiore di persone di usufruire di questi spazi. La biblioteca Pallotta, da anni, offre un servizio molto importante sul nostro territorio. Anche la Pro Loco garantisce, con il suo attivismo, un lavoro instancabile rivolto alla cittadinanza. Sono pertanto convinta che questi spazi saranno valorizzati al massimo. Nel nostro cartellone estivo culturale di Fiumicino estate sarà proprio questo luogo a caratterizzare alcuni importanti eventi dedicati a cittadini e turisti della località. Sarà la sede naturale della rassegna “Cultura e Legalità” che farà parte del cartellone di Fiumicino Estate”.

Più informazioni su