Seguici su

Cerca nel sito

Cantiere di via Coni Zugna: ripartono i lavori… forse

Dopo il dissequestro della Procura di Civitavecchia, al via l'assegnazione alla ditta classificatasi seconda nella gara d'appalto del 2013

Più informazioni su

Il Faro on line – Già stamattina potrebbe essere finalmente riconsegnata nelle mani del Comune di Fiumicino l’area di cantiere per la costruzione del nuovo asilo nido in via Coni Zugna. Il condizionale è però d’obbligo, purtroppo, in questa vicenda che prende inizio l’11 febbraio 2015, quando durante i lavori di costruzione da parte dell’impresa Q.M. srl, vincitrice della gara d’appalto comunale, un’ala del solaio ha ceduto di schianto, dopo la gettata di cemento, causando il ferimento di tre operai. Immediato l’intervento delle Forze dell’ordine e delle autorità competenti che, all’epoca dei fatti, hanno disposto l’immediata sospensione dei lavori e la messa in sicurezza dell’area in questione. 

Poi l’istituzione di una commissione d’inchiesta tecnica specializzata per verificare cause e responsabilità del collasso della struttura, presieduta dalla Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma. Infine il sequestro del cantiere. Il tutto seguendo un iter procedurale durato ben più di un anno e che oggi potrebbe trovare il suo punto di svolta. Dopo il dissequestro, infatti, dell’area da parte della Procura di Civitavecchia, avvenuto intorno alla metà di aprile, la ditta assegnataria dei lavori si è recata stamattina negli uffici dell’assessorato ai Lavori Pubblici per firmare gli ultimi atti contabili e formali, conclusi i quali, l’area dovrebbe tornare nuovamente di competenza del Comune.

Una volta riacquisito il cantiere quindi il Comune stesso provvederà ad interpellare la ditta seconda classificata nella gara d’appalto bandita nel 2013, per verificare la relativa diponibilità ad eseguire i rimanenti lavori allo stesso ribasso d’asta presentato all’epoca della gara. In caso di risposta positiva, verrà stipulato un nuovo contratto d’appalto e i lavori verranno ripresi. Purtroppo è impossibile stabilire un tempistica dei futuri interventi. quello che è certo è che qualcosa comincia a muoversi nella giusta direzione. Finalmente.

Più informazioni su