Seguici su

Cerca nel sito

De Angelis e Orsomando attaccano l’Amministrazione Pascucci

I consiglieri: “Siamo stati facili profeti in patria. Il Tar ha annullato l’appalto per la Raccolta dei Rifiuti” 

Più informazioni su

Il Faro on line – “Lo avevamo detto e scritto in tempi non sospetti, abbiamo presentato esposti ed interrogazioni in merito evidenziando proprio l’illegittima costituzione della commissione giudicatrice di gara eppure siamo stati sempre derisi con risposte irriverenti propinateci dal Sindaco Pascucci e dalla sua Maggioranza così esperta e ligia al proprio ruolo. È proprio vero, gli antichi proverbi non sbagliano mai e non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Quando abbiamo poi letto il dispositivo della sentenza emessa dal Tar che prevede l’accoglimento del motivo n.5 del ricorso Tekneko (e della ditta Massimi) per la illegittima costituzione della commissione giudicatrice di gara, disponendo, in particolare l’annullamento di tutti gli atti impugnati nonché l’inefficacia del contratto a decorrere dal 1° settembre 2016 (120 giorni dal deposito della sentenza), con conseguente obbligo di rinnovare la gara, abbiamo sentito la profonda esigenza di rivolgere i nostri “dubbiosi e amari pensieri” all’enorme approssimazione e incompetenza dell’azione amministrativa e dell’operato del  Sindaco Pascucci e dei suoi fedeli Assessori Zito e Gubetti che, invece, pochi giorni prima in Consiglio Comunale hanno provveduto, insieme alla loro Maggioranza, ad aumentare la Tari (tassa sui rifiuti) di circa il 40% giustificando, tale corposo aumento, con l’imminente partenza della Raccolta Porta a Porta dei Rifiuti in base al contratto firmato l’8 aprile 2016 con la Camassambiente SpA e Azienda Servizi Vari cioè alcuni giorni prima dell’udienza finale che ha poi generato il provvedimento di annullamento del TAR” – lo dichiarano in una nota i consiglieri De Angelis e Orsomando.

“Per noi è, quindi, non solo uno scandalo politico amministrativo ma una vera vergogna e nascono naturali perplessità, forti dubbi e quesiti, come ad esempio le cifre stanziate in maggiorazione con l’ordinanza di affidamento a Dicembre 2015 alla Camassambiente, che corrisponderebbero a circa 100.000,0 euro al mese e che, a questo punto e considerato il dispositivo Tar, risulterebbero da calcolarsi sino a settembre 2016 per un totale pari a circa 700,000,00 euro, potrebbero andare a configurarsi come un possibile danno erariale, essendo anche il servizio non proprio in linea con quello precedente. Inoltre, essendo per il Tar la questione assorbente, ed essendo improcedibili gli altri motivi del ricorso nonché i ricorsi incidentali di Camassambiente e condannando il Comune di Cerveteri al pagamento delle spese in favore della Tekneko per €. 3.500 oltre accessori e rimborso del contributo unificato, oggi chi paga queste spese derivanti da una situazione di cui si era stati avvisati?”

“E ancora, si intende procedere o no verso l’illegittima costituzione della commissione giudicatrice di gara facendo rassegnare tutti gli incarichi dei soggetti coinvolti, tra cui, il Presidente del seggio che dovrebbe essere l’Ing.Mauro Nunzi il cui ruolo è stato riconosciuto non idoneo? Alla luce di quanto emesso dal Tar si deve dedurre,allora, che lo stesso Presidente Ing.Nunzi, non era idoneo anche per altre commissioni di gara?  Sinceramente ci aspettiamo una rapida presa d’atto e della sana trasparenza in più.Non vi nascondiamo che siamo soddisfatti di questa sentenza che, crediamo, possa contribuire anche a dissuadere da ulteriori gare condotte con metodi e criteri difformi dalla normativa e,oggi, non vogliamo dar peso alle sollecitazioni di numerosi cittadini che ci hanno subito chiesto di commentare quanto accaduto, vogliamo evitare di fornire alibi a chi oggi dovrà rispondere pubblicamente dell’operato amministrativo, sulla gara dei rifiuti”.

“Se poi qualcuno aveva o ha mai avuto dei dubbi sulla considerazione che ha di noi questa Amministrazione Pascucci, questa non è che l’ennesima conferma di come ci reputano: cittadini di scarsa intelligenza, incolti, incompetenti, incapaci di distinguere ruoli e competenze ,sicuramente sottovalutandoci profondamente,visto che però siamo anche tenaci, attenti osservatori e riflessivi tanto da affermare che le “fantastorie” degne del miglior cartone animato rappresentano l’ulteriore tentativo di prenderci in giro, ventilando ipotesi che non potranno mai verificarsi. In buona sostanza noi continueremo ad avere cumuli di spazzatura su tutto il territorio, e continueremo a pagare la Tari aumentata del 40% per una differenziata al momento inesistente.Per concludere, non si può ignorare l’approssimazione, l’incompetenza sia culturale che amministrativa nella redazione degli atti e il livello semplicemente scandaloso per una pubblica amministrazione. Ricordiamo che si tratta di Atti Amministrativi Pubblici, che potrebbero essere letti da tutti, Cittadini, Professionisti, Politici, Prefettura, Corte dei Conti, Inquirenti e per finire, anche dalla Magistratura”.

“Che brutta figura!Pertanto, invitiamo ancora una volta a voler essere chiari con noi cittadini, smettendola di prenderci in giro, riconoscendo i propri limiti nell’amministrare la cosa pubblica e trarne i dovuti necessari e quanto mai auspicabili atti consequenziali come le sue dimissioni, egregio Sig.Sindaco e dei suoi Assessori Zito e Gubetti” – concludono i consiglieri.

Più informazioni su