Seguici su

Cerca nel sito

Ponte 2 Giugno e Ponte della Scafa, Socialisti: “Con Caroccia un incontro interlocutorio”

"Purtroppo la disponibilità al dialogo e il tono di riconoscimento dei problemi, non possono nascondere la nostra delusione"

Più informazioni su

Il Faro on line – I Socialisti di Fiumicino e di Ostia-X Municipio si sono incontrarti ieri con l’Assessore ai Lavori Pubblici di Fiumicino, Angelo Caroccia, per discutere nuovamente dei problemi di massima urgenza riguardanti le condizioni allarmanti del traffico di Fiumicino e di Via dell’Aeroporto, con particolare riferimento ai nodi cruciali costituiti dal “sottopasso al Ponte 2 giugno e l’allargamento del Ponte della Scafa”.     
Purtroppo la disponibilità al dialogo e il tono di riconoscimento dei problemi, non possono nascondere la nostra delusione sui risultati comunque insufficienti rispetto alla priorità e all’urgenza dei nodi in discussione, perchè:
– sottopasso al Ponte 2 Giugno: l’impegno assunto dall’Anas  di elaborare il Progetto esecutivo, per il quale l’Assessore ci ha comunicato la consegna della documentazione relativa, si scontra con l’indicazione emersa di collocare l’eventuale intervento a cominciare dal 2018, mentre non si hanno impegni per le risorse necessarie che risultano solamente “auspicabili”. Abbiamo  fatto presente che si tratta di una opera importante e impegnativa non limitata al semplice scavo sotto il Canale da attraversare, perchè riguarda un tratto lungo che congiunge le due parti di Fiumicino;

 – allargamento del Ponte della Scafa: su tale problema siamo in presenza di qualcosa piuttosto nebulosa, perchè dopo il ritrovamento dei reperti Aecheologici vi è stata una sospensione dei lavori e di conseguenza il congelamento dei fondi stanziati. Mentre l’Assessore Carroccia ci ha detto che stanno continuando i lavori di trivellazione nella sponda del Tevere, probabilmente, interpretiamo noi, per rabbonire la Ditta vincitrice e spostare il contenzioso prevedibile per la “mancata realizzazione del Progetto affidato. In questo modo si è annullato qualsiasi tentativo più sollecito di intervenire e risolvere l’annoso problema, che ha raggiunto livelli intollerabili per la stessa pazienza degli automobilisti costretti a passare ore dentro le macchine bloccate dal traffico crescente.     

Come Socialisti esprimiamo profonda preoccupazione sia in relazione al previsto incremento dei passeggeri dell’Aeroporto, di cui si ipotizza l’ampliamento e sia in rapporto ai forti incitamenti riscontrati nella distribuzione dei nostri volantini nei riguardi dell’allargamento del Ponte della Scafa e per il sottopasso del Ponte 2 Giugno. E’ doveroso non sottovalutare la rabbia espressa dagli automobilisti e dai cittadini per le condizioni di continuo aggravamento del traffico stesso.     

Ribadiamo il nostro totale impegno per la soluzione di tali prioritari interventi con nuove iniziative di coinvolgimento dei cittadini e di pressione verso la Regione Lazio, il Comune di Fiumicino e di Roma, compreso il X Municipio di Ostia, nonchè il Ministero delle Infrastrutture partecipante con l’Anas alla predisposizione del Progetto di sottopasso al Ponte 2 Giugno, nonchè la stessa Adr che potrebbe/dovrebbe contribuire a tale soluzione, in quanto interessa gli stessi lavoratori dell’Aeroporto.

Più informazioni su