Seguici su

Cerca nel sito

Italia quinta nel medagliere agli Europei di Karate. 6 le medaglie vinte

Sara Cardin vince l'oro. Il titolo di vicecampioni va a Maniscalco e De Vivo. Il bronzo è messo al collo da Busato e Bottaro, che si ripete anche nella specialità a squadre, con Battaglia e Pezzetti

Più informazioni su

Il Faro on line – Si è conclusa la 51esima edizione, degli Europei di karate, a Montpellier. La Nazionale Italiana torna dalla Francia, con 6 medaglie in tasca. 5 individuali e 1 a squadre. I campioni azzurri del tatami hanno segnato un grande torneo, che ha portato l’Italia a terminare, la competizione continentale, al quinto posto, nel medagliere. La prima classificata è stata la Francia, con 11 punti e medaglie messe al collo. Tante le emozioni vissute dagli atleti della Fijlkam. Sin dal primo giorno di gare. Le eliminatorie avvenute, sui tatami del Montpellier Arena hanno portato entusiasmo ed anche qualche delusione.

Qualcuno è riuscito ad andare avanti e qualcuno, no. La bellezza dello sport è anche questa e i campioni italiani promettono grandi rivincite e ripetizioni, sul podio, ai prossimi Mondiali in Austria, tra 174 giorni. Dunque, i metalli vinti dalla Nazionale azzurra, sono stati 6. Il primo a conquistare una medaglia importante, è stato Stefano Maniscalco, delle Fiamme Gialle, nella prima data delle finali. Nella categoria dei pesi massimi, dei +84kg, ha ottenuto l’argento ed il titolo di vicecampione d’Europa 2016, con il tedesco Horne. In seguito, sul tappeto centrale del Montpellier Arena, è scesa in battaglia, Sara Cardin, del Centro Sportivo Olimpico Esercito. La campionessa azzurra dopo un incontro combattuto con l’avversaria ucraina, ha ottenuto il titolo, nei -55kg, dopo una leggerezza tattica di Tierluga che, uscendo dall’area di gara del tatami, ha subito l’espulsione.

La Cardin ha ottenuto il titolo europeo, lottando fino in fondo, fino all’ultimo secondo del match. La terza medaglia nel kumite è giunta nella serata del 7 maggio e lo ha fatto, grazie ad una grande prestazione di Gianluca De Vivo,  atleta dello Shirai Club. Il karateka, classe ’92, è salito sul secondo gradino del podio, dei -67kg, contro Steven Da Costa. Le altre medaglie sono arrivate dal kata. Sempre, nella prima giornata di finali. A portare gioia ai colori azzurri, sono stati Mattia Busato, del Germinal di Castel Franco Veneto e Viviana Bottaro, delle Fiamme Oro. Entrambi hanno vinto il bronzo, nel kata individuale, replicando il successo dello scorso anno, in Turchia. Il primo contro l’ungherese Nagy e la seconda, confrontandosi con la macedone Jovanoska.

Nella mattina della giornata conclusiva della manifestazione europea, quella dell’8 maggio invece, sono state le ragazze della squadra tricolore a vincere. Il bronzo è stata la medaglia, che Sara Battaglia, Viviana Bottaro e Michela Pezzetti, Fiamme Oro, hanno conquistato contro le turche, ripetendo il successo di Istanbul 2015.

Foto : Fijlkam

Alessandra Giorgi

Più informazioni su