Seguici su

Cerca nel sito

Cittadini uniti contro l’inceneritore: “No all’ossidatore termico”

Il Comitato: "Adesso busseremo alle porte del Ministero della Difesa, portando il no categorico della nostra gente"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Un numero di persone presenti alla manifestazione che va oltre ogni nostra aspettativa. La presenza di migliaia di cittadini alla grande manifestazione di protesta di sabato, non solo ci entusiasma, ma ci motiva ancora di più nell’andare avanti con tutte le nostre forze per impedire la realizzazione dell’ossidatore termico al Centro Chimico di Santa Lucia. La risposta del territorio, la presenza importante dei cittadini, il semplice stare uniti per raggiungere un unico obiettivo che è quello di tutelare la nostra salute, è il faro che ci guiderà in questa battaglia di civiltà che è appena cominciata e che sta già dando risultati importanti.
Vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno partecipato, dai cittadini di Civitavecchia e dei comuni limitrofi ai sindaci di Civitavecchia, Allumiere e Tolfa e agli amministratori dei comuni di Tarquinia e Santa Marinella, tutti intervenuti con la fascia tricolore, avendo ben compreso la gravità del problema” – lo dichiarano in un comunicato i Cittadini uniti contro l’inceneritore.

“Ringraziamo inoltre i rappresentanti istituzionali a tutti i livelli, senza dimenticare nessuno. Una manifestazione composta, corretta nelle sue forme espressive nonostante l’incisività del messaggio lanciato con durezza: “L’ossidatore termico non lo farete”.

Adesso busseremo alle porte del Ministero della Difesa, portando il no categorico della nostra gente a chi ancora crede di poter fare di questa città e del suo territorio ciò che crede. Andiamo avanti convintamente, ogni slogan di protesta della manifestazione di sabato, sarà un motivo in più per crederci e per non indietreggiare” – conclude il Comitato.

Più informazioni su