Seguici su

Cerca nel sito

Affidata al Consultorio diocesano la mediazione penale nei processi con persone adulte 

Il presidente del Consultorio Vincenzo Serra: "Noi ringraziamo per questa fiducia"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Consultorio familiare diocesano “Crescere insieme” ha attivato l’Ufficio di mediazione penale e giustizia riparativa di Latina, unica realtà esistente nella provincia pontina e anche nel Lazio. La formalizzazione è arrivata nei giorni scorsi con una nota del presidente del Tribunale di Latina, Catello Pandolfi, in cui è comunicato l’affidamento del servizio alla struttura diocesana pontina. La mediazione penale attuata dal Tribunale pontino è resa possibile dalla Legge n. 67 del 2014, che ha introdotto per gli imputati di reati punibili fino a 4 anni di carcere la possibilità di richiedere la sospensione del processo e la successiva messa alla prova per un determinato periodo di tempo. All’esito positivo di questa prova avrà la possibilità di vedersi riconosciuta l’estinzione del reato.

Il programma di trattamento è stabilito e monitorato dall’Ufficio di esecuzione penale esterna del Ministero della Giustizia (Uepe), sotto la supervisione del giudice, e prevede come attività obbligatorie, l’esecuzione gratuita di un lavoro di pubblica utilità, l’attuazione di condotte riparative per eliminare le conseguenze dannose o pericolose derivanti dal reato, nonché il risarcimento del danno causato e, dove possibile, l’attività di mediazione con la vittima del reato.

Il servizio del Consultorio diocesano si inserisce proprio in questa ultima fase. Infatti, il nuovo orientamento della norma è la ricerca “della pace e del dialogo” in situazione di conflittualità. Quella che gli specialisti chiamano la giustizia riparativa. Uno dei compiti del Consultorio diocesano sarà proprio quello di diffondere la cultura della mediazione penale anche attraverso una serie di corsi di formazione. L’essere stati scelti dal Tribunale come unico “Centro operativo” in provincia di Latina è un pieno riconoscimento alla serietà e affidabilità professionale dimostrata in questi anni dal Consultorio familiare diocesano.

Il presidente del Consultorio Vincenzo Serra ha dichiarato: “Noi ringraziamo per questa fiducia che, posso dire, ci conquistiamo giorno per giorno sul campo affrontando tante situazioni difficili. È bene ricordare che il consultorio diocesano è un’opera segno della Chiesa pontina al servizio alle necessità delle persone e della famiglia. Consideriamo poi che il consultorio da alcuni anni ha aperto l’analogo Ufficio per la mediazione penale con i minori. Inoltre, voglio sottolineare che gli operatori effettuano tale attività nello spirito di servizio alla persona – che contraddistingue tutta l’attività del Consultorio – ispirandosi al Buon Samaritano e cioè al “prendersi cura” con umiltà, ordinarietà e discrezione, direi quasi nel nascondimento, ma anche con la idonea preparazione”. Un’opera di carità fortemente sostenuta e incoraggiata anche dal vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno Mariano Crociata.

Più informazioni su