Seguici su

Cerca nel sito

Sorpresa Olimpiadi per Elios Manzi: vince l’oro ad Almaty e vola a Rio

A soli 20 anni, il bronzo europeo di Kazan gareggerà alle Olimpiadi. Soddisfazione dai tecnici azzurri

Più informazioni su

Il Faro on line – Un grande valore dimostrato sul tatami, sin dal mese di gennaio ed Elios si fa il regalo della qualifica olimpica. Una partecipazione tuttavia, inaspettata, per lui: “Non pensavo di arrivare così avanti”. In questo modo, Manzi descrive il successo della sua gara al Gran Prix di Almaty, in Kazakistan. Uno splendido oro vinto, affrontando i più grandi judoka della sua categoria. Tutti già qualificati per le Olimpiadi brasiliane. Un giovane campione, tra i grandi del judo internazionale.

Come lui stesso continua a dichiarare, come indicato nel comunicato diffuso dalla Fijlkam, la sua determinazione non lo ha mai lasciato: “Sono venuto qui, con l’intento di dire la mia”. Parla il campione delle Fiamme Gialle dal torneo di Almaty e descrive, in questo modo, uno stato d’animo, grazie al quale, si è messo al collo, il primo posto, nel torneo kazako di judo. E’ arrivato più in alto, di tutti, nella categoria dei 60kg, trovando sul podio, anche il biglietto per Rio: “Partecipare ad una gara sapendo che l’unico risultato utile, per qualificarsi, è il primo posto, è difficilissimo – dichiarano i suoi coach di riferimento, Francesco Bruyere e Paolo Bianchessi, continuando – abbiamo un talento. Elios ha scritto un pezzo di storia”. 
Sono importanti queste parole, nella news della Fijlkam. Forse, un segno per le prossime Olimpiadi, a cui Elios Manzi parteciperà, grazie al suo cammino trionfale, della stagione in corso. Agli European Open di Sofia, ha disputato la sua prima gara, arrivando secondo, poi a Dusseldorf, in febbraio, è andato oltre due turni, meritando la convocazione in Nazionale. Agli Europei di Kazan, ha vinto un bronzo. Splendido. Nel Grande Slam di Baku, Elios è uscito al primo turno, disputando tuttavia, una buona gara.
La sorpresa, che neanche lui si aspettava, è arrivata poi ad Almaty. Oro e qualifica olimpica. Nelle parole del coach della Nazionale, Dario Romano, traspaiono emozione e gioia: “L’avevo detto che avrebbe fatto parlare di sé!”. 

Elios si aggiunge alle sue compagne di Nazionale, Odette Giuffrida ed Edwige Gwend, già qualificate per Rio. Ed in attesa, che anche gli altri judoka azzurri possano salire sull’aereo per il Brasile, Manzi gioisce per questa qualifica, che lo porterà a gareggiare, a soli 20 anni, sotto la bandiera a Cinque Cerchi.

Foto : Fijlkam

Alessandra Giorgi

Più informazioni su