Seguici su

Cerca nel sito

Dissequestrati tre stabilimenti balneari: soddisfazione dei Cuori Italiani

Tiero: "Bisogna lavorare per rendere efficace la loro riapertura"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il dissequestro di tre stabilimenti balneari pone di nuovo la questione sulla importanza dello sviluppo della marina e della necessità di dare seguito alle attività commerciali di tornare ad essere protagoniste anche per la stagione estiva alle porte. “Apprendo con soddisfazione – ha spiegato Enrico Tiero coordinatore provinciale di Cuori Italiani – dell’esito del provvedimento di restituzione ai proprietari delle strutture sequestrate. Ora bisognerà, però, lavorare per rendere efficace la loro riapertura, attraverso provvedimenti amministrativi che vadano verso la tutela dei servizi al mare e dei bagnanti. Tutto ciò nella consapevolezza che si è di fronte a posti di lavoro, ad una marina che deve avere uno sviluppo certo attraverso servizi primari come l’assistenza ai bagnanti, al primo soccorso ed anche alle attività ludico ricreative che all’interno si svolgono. Non si può tacere infatti che anche la nuova legge regionale prevede la possibilità di destagionalizzare e rendere le strutture funzionanti tutto l’anno. Indirizzo già recepito dal comune di Latina circa quattro anni fa con l’approvazione del nuovo Pua (piano utilizzazione dell’arenile) il cui iter non si è ancora concluso perché sospeso in Regione Lazio”.

“Andranno ripensate anche le varie attività poste in essere come le ordinanze di demolizione e la revoca delle concessioni in quanto gli operatori, secondo me, hanno agito in piena buonafede, conoscendo i provvedimenti adottati sia dalla regione, sia dal Comune di Latina. Ordinanze e revoche andranno, a mio avviso, annullate in autotutela, proprio per i principi esposti e perché abbiamo bisogno di un lido funzionate e al servizio dei cittadini” -conclude Tiero.

Più informazioni su