Seguici su

Cerca nel sito

Patto per lo sviluppo, Vincenzi: “1,4 miliardi  di euro per strade, ferrovie e ospedali”

Il Presidente della Commissione Bilancio: "Opere concrete, cantieri che saranno avviati nelle prossime settimane e mesi"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Il lavoro di squadra tra Amministrazione regionale e Governo raggiunge oggi un traguardo straordinario con la pianificazione di 1,4 miliardi di euro di investimenti su infrastrutture per la mobilità e edilizia sanitaria nella nostra Regione grazie all’intesa siglata tra i presidenti Renzi e Zingaretti. Finanziate le più importanti opere strategiche tra le quali,  l’ammodernamento delle linee ferroviarie Roma-Viterbo con 154 milioni di euro e Roma – Ostia con 180 milioni di euro; il completamento della superstrada Orte-Civitavecchia con 485 milioni di euro per mettere in collegamento diretto il porto con l’autostrada A1 e decongestionare sia la cittadina laziale sia il Gra di Roma; il rifacimento del manto stradale delle principali arterie regionali, comprese Tiburtina e Pontina; la prosecuzione dei lavori di realizzazione della Metro C con 112 milioni di euro; la progettazione della chiusura dell’anello ferroviario di Roma con 14 milioni di euro. Risorse, inoltre,  per circa 251 milioni di euro per la costruzione del nuovo ospedale dei Castelli Romani, la riqualificazione del Policlinico Umberto primo di Roma, la ristrutturazione dei reparti di maternità infantile. Opere concrete, cantieri che saranno avviati nelle prossime settimane e mesi, in grado di dare una forte spinta allo sviluppo delle attività imprenditoriali, in particolare l’edilizia e alla crescita economica e occupazionale del territorio, oltre a migliorare in modo sostanziale la qualità della vita dei cittadini del Lazio” – lo dichiara in una nota Marco Vincenzi, presidente della commissione Bilancio della Regione Lazio.

“Questo accordo – conclude Vincenzi – è il punto di arrivo delle scelte compiute in questi tre anni dalla Giunta Zingaretti, dal Pd e dal centrosinistra per restituire credibilità istituzionale alla Regione Lazio. Vengono premiati gli sforzi portati avanti per risanare i conti, eliminare gli sprechi, avviare progetti di sviluppo e di crescita nel segno della giustizia sociale e della coesione. Una stagione di cambiamento che oggi vede riconosciuto il lavoro fatto, ci rende interlocutori credibili e si traduce in un enorme programma di investimenti per lo sviluppo sostenibile del Lazio”.

Più informazioni su