Seguici su

Cerca nel sito

Calandrini incontra il ministro dell’Ambiente Galletti 

Il candidato sindaco: "La città gode di una posizione geografica che va soltanto valorizzata"

Più informazioni su

Il Faro on line – In una gremita sala conferenze dell’Hotel Europa, a Latina, il candidato del centrodestra Nicola Calandrini ha accolto insieme al senatore Michele Forte il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. E’ stata l’occasione per illustrare al responsabile del dicastero una serie di lacune da colmare sul territorio pontino.

“Latina gode di una posizione geografica che va soltanto valorizzata mettendo in campo  un’adeguata promozione e soprattutto un’efficace tutela. Ho fatto riferimento a tal proposito al fenomeno dell’erosione che va frenato per proteggere la nostra costa: di fronte al quale il ministro ha mostrato disponibilità a patto che venga elaborato un dettagliato progetto legato ai lavori di ripascimento, configurabili nelle opere previste nel capitolo sul dissesto idrogeologico. Ho parlato di Borgo Montello, della discarica da chiudere e della penalizzante servitù della centrale nucleare”.

“Su questo argomento, in particolare, ho parlato a Galletti del decommissioning in atto ad opera della Sogin e di un protocollo d’intesa firmato dall’ex sindaco Zaccheo con la società stessa, in base al quale parte dei terreni interessati dagli interventi saranno utilizzati per supportare l’area portuale. Proprio per il porto e altre grandi opere ho sottolineato che al momento esistono le condizioni per intervenire ricorrendo alle risorse offerte dai privati: avviando un dialogo con imprenditori motivati si possono ottenere grandi risultati. Sulle infrastrutture di vitale importanza per il nostro territorio ho richiamato l’attenzione del ministro, sollecitando un dialogo con il Governo mirato a favorire la crescita economica di Latina. Non ci sarà economia nel futuro, infatti, se non ci sarà economia ambientale. Ho ringraziato Gian Luca Galletti per la disponibilità e la sensibilità dimostrate, sarà anche grazie al suo impegno che potremo ambire a realizzare la nostra Città del futuro” – conclude Calandrini.

Più informazioni su