Seguici su

Cerca nel sito

Letteratura e biciclette: chiude la seconda edizione del Bicicletterario

Dall’incontro con Pastonesi fino al Napoli Bike Festival passando per Il Bicicletterario in Festa: breve cronaca di un evento in crescita

Più informazioni su

Il Faro on line – La giornata del 14 maggio 2016 ha segnato la chiusura della seconda edizione de Il Bicicletterario –  Parole in bicicletta, primo ed unico premio letterario dedicato alla bicicletta, in Italia e nel mondo. Ha però avuto un’anteprima ed un’appendice in due date altrettanto importanti.

Mercoledì 11 Maggio, infatti, presso La Tintarella, sul lungomare di Scauri, si è tenuto l’incontro “Storie, storielle e storiacce del Giro (d’Italia)”, con il giornalista e scrittore Marco Pastonesi, firma storica della Gazzetta dello Sport, ex giocatore di rugby di serie A e B ed esperto di ciclismo (non solo sportivo) e del Giro d’Italia, di cui ha seguito ben 14 edizioni e attualmente la quindicesima per Caterpillar-Radio2 RAI.

L’evento era incluso nell’iniziativa “Libri nel Giro” a cura della Biblioteca della Bicicletta “Lucos Cozza”, fondata da Fernanda Pessolano, anche lei presente all’incontro. Le date di questa iniziativa sono abbinate con le tappe del Giro d’Italia, e Scauri ha rappresentato un’eccezione in virtù della presenza de Il Bicicletterario, qui ideato e cresciuto.

Il pubblico presente è rimasto letteralmente affascinato dalle storie e dalla capacità narrativa di Pastonesi, che ha deliziato gli astanti con il suo modo sincero e ‘letterario’ di raccontare il Giro d’Italia che resta fuori dai resoconti ufficiali, quello dei gregari o degli ultimi.

Aneddoti, episodi, stranezze e straordinarietà di corridori sconosciuti perché del Giro, in fondo, attraverso i media, al grande pubblico arrivano 3 o 4 nomi. Un’ora o poco più di chiacchierata, allietata anche dalle chitarre blueseggianti di Antonio di Ciaccio e Lorenzo Di Russo, interessante, divertente, umana.

Fernanda Pessolano ha ufficialmente chiesto di inserire l’Antologia de Il Bicicletterario 2a edizione nei premi che saranno assegnati a varie biblioteche Italiane a conclusione di “Libri nel Giro”: e così, a Marco Pastonesi ne sono state consegnate 6 copie, fresche di stampa, di cui una sarà custodita dalla Biblioteca della Bicicletta Lucos Cozza.
Non si poteva chiedere di meglio “Aspettando Il Bicicletterario in Festa”, che sarebbe arrivato di lì a pochi giorni.

Dopo due interi giorni di allestimento, sabato 14 maggio 2016, presso l’Arena Mallozzi sul lungomare di Scauri, si è quindi svolto l’evento Il Bicicletterario in Festa. La pioggia violenta abbattutasi sul litorale ha costretto a ridimensionare l’area dei festeggiamenti che si è vista privata degli stands del mercatino dell’artigianato tematico, impossibili da allestire sotto il nubifragio, pur con la presenza dei numerosi gazebo già montati dal giorno prima.

Provvidenziale per la tenuta dell’organizzazione è stata anche la previsione di una tensostruttura, che è riuscita a ‘salvare’ dall’alluvione la restante parte dell’allestimento, palco compreso. Alle 11:00 era previsto l’incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, per il quale circa 150 bambini con pullmans appositi stavano per recarsi all’Arena: le condizioni meteo hanno scoraggiato gli accompagnatori dal portarli sul posto, ma, in extremis, grazie all’interessamento di un’insegnante, le Scuole Medie di Marina di Minturno hanno messo a disposizione l’aula magna in modo da poter comunque svolgere l’incontro, che ha avuto un grande successo, non soltanto tra i più piccoli.

I preparativi per le premiazioni, in Arena, non si sono fermati, e pian piano, numerose persone, rigorosamente munite di ombrello ed abbigliate abbastanza fuori stagione, hanno cominciato a riempire la zona antistante il palco, che ha in poco tempo registrato il pieno.

Con pochissimo giustificato ritardo rispetto ai tempi previsti, la Milizia dei Folli ha dato inizio alla fase di premiazione delle sezioni dei bambini e dei ragazzi, facendola precedere da una serie di divertentissimi sketches. Gli stessi bravissimi attori-clown, coadiuvati dal personale del Parco Sospeso di Gianola, hanno premiato i piccoli vincitori, e dato spazio alla lettura di opere altri giovanissimi autori presenti in antologia, tra i sorrisi e gli applausi generali.

Nel frattempo arrivavano preoccupanti telefonate da Paolo Foschi, lo scrittore e giornalista de Il Corriere della sera, che avrebbe dovuto presentare il suo ultimo libro “Omicidio al Giro”: a causa del forte maltempo la sua auto è rimasta bloccata a più riprese nel tentativo di raggiungere Scauri da Roma, fino a che, passate abbondantemente le 18.00, ha dovuto desistere.

Si è proseguito quindi con le premiazioni delle sezioni poesia e narrativa degli adulti, condotte con simpatia e professionalità da Marianna Chianese, alla presenza della giuria quasi al completo: Guido Rubino di cyclinside.it, Luca Simeone del Napoli Bike Festival, Gisella Calabrese di Visioni Corte Film Festival, Vincenzo Sparagna, direttore di Frigidaire e del Nuovo Male, Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo, Alfonso Artone, scrittore, associazione Aquadro, Irene Sparagna di Edizioni Stravagario, Cristina e Luisa Di Pastena, rispettivamente archeologa e membro del Co.S.Mo.S.

Presente anche la madrina del Premio Letterario, la poeta Rossella Tempesta, che ha presentato e letto la poesia vincitrice, “Le operaie sulla bicicletta”, di Paolo Polvani.Numerose le letture, affidate agli autori stessi e a Bianca Paola Leone e Lorenzo Ciufo, dell’associazione Amici del Libro.

Sotto gli occhi di un pubblico attento e partecipe sono sfilati sul palco via via gli autori delle poesie e dei racconti, questi ultimi accompagnati da brani musicali appositamente selezionati per le varie letture e  coordinati da Gianpaolo Battaglia.
Nel mezzo, si è altresì svolta la premiazione del Concorso Fotografico “Scattofisso”, a cura di Luigi Grieco di Image Studio, in rappresentanza del Fiof che si è occupato della selezione dei quattro vincitori.

In questo ambito è stato presentato il calendario ufficiale de Il Bicicletterario per il 2017, sul quale sono inseriti i quattro scatti selezionati. Un riconoscimento ufficiale è andato anche a Luca De Siena, talentuoso fotografo autore della foto-immagine de Il Bicicletterario 2016.
Molto interessanti gli interventi di Francesco Casoli di TrikeGo (Rho, Milano), e Mario Schiano, dell’omonima storica casa produttrice di biciclette, entrambi partners ufficiali de Il Bicicletterario 2016, i quali hanno anche rinnovato l’intenzione di appoggiare l’iniziativa per il futuro, con grande entusiasmo.

Dopo la lettura integrale del racconto di Sara Galeotti, “Bologna”, che si è aggiudicato il primo posto nella sezione specifica, e la premiazione dell’autrice da parte di Vincenzo Sparagna, la presentatrice ha chiamato sul palco Marilisa D’Angiò, l’illustratrice che, come il fumettista Rocco Lombardi, ha donato una sua tavola esclusiva le cui copie limitate e numerate sono andate in premio ai premiati delle sezioni più giovani; infine è stata la volta di Serena Ventrella, attrice e doppiatrice, voce dello spot ufficiale del premio, e Dafni Scotese, videomaker, che lo ha realizzato. In chiusura Serena Ventrella si è generosamente esibita in uno spot ‘live’ per l’edizione 2017 de Il Bicicletterario.

Mentre i giurati e premiati erano ospiti a cena dell’organizzazione e dello staff del Pub Lo Scoglio, si allestiva il palco per il concerto finale dei Blue Stuff, che, come sempre, hanno tenuto un concerto memorabile, entusiasmando il pubblico al ritmo del loro genuino e viscerale blues a contaminazione partenopea.

Incredibilmente, date le avverse condizioni meteorologiche, l’evento ha riscosso un grande successo di pubblico, con la presenza di autori giunti da ogni angolo d’Italia, ai quali si rinnova l’invito a venirci a trovare, magari in un fine settimana soleggiato, per meglio apprezzare le bellezze del nostro territorio.

A fare da ‘appendice’ alle celebrazioni della premiazione, Il Bicicletterario è stato ospite in qualità di partner ufficiale, al Napoli Bike Festival, esattamente una settimana dopo: in quell’occasione, ad alcuni autori in concorso, la direzione del Festival ha assegnato un premio speciale.

Durante le visita del Sindaco di Napoli, De Magistris allo stand del Co.S.Mo.S., lo staff ha donato, nelle sue stesse mani, i due volumi antologici (prima e seconda edizione) che raccolgono i migliori inediti di questi due anni, perché siano custoditi dalla Biblioteca Comunale del capoluogo campano.

Una giornata ricca di incontri e soddisfazioni, tra bici di ogni tipo e dibattiti sulla ciclabilità, il tutto coronato da una splendida giornata di sole, quel sole che, anche mancando, non ha impedito a Il Bicicletterario in Festa di essere un successo.

Più informazioni su