Seguici su

Cerca nel sito

Rete ferroviaria Roma-Lido: finanziamenti messi in campo dal Governo

Rimozione guard rail alla stazione di Ostia Antica: al via i primi sopralluoghi

Più informazioni su

Il Faro on line – La Città Metropolitana, a seguito delle sollecitazioni dei cittadini e del Comitato pendolari Ostia Antica, dopo aver preso visione dell’ordine del giorno approvato dal consiglio del Municipio X il 16 gennaio 2014, che riguardava l’allocazione dei capolinea delle linee di tpl all’interno della stazione di Ostia antica e l’integrazione tra la Ferrovia Roma Lido e  il tpl stesso, richieste che attendono risposta da circa 15 anni, ha effettuato un sopralluogo ed un incontro sul posto con il consigliere metropolitano con delega alla viabilità e mobilità Massimiliano Borelli.

In seguito a ciò, lo stesso Borelli ha promosso un tavolo di confronto tra il Comune di Roma, il dipartimento mobilità di Roma Capitale e l’Agenzia Roma per i servizi della Mobilità,  per verificare come poter procedere alla rimozione del guard rail ed alla riorganizzazione complessiva dell’area di sosta attigua la stazione di Ostia Antica.

La CM si è immediatamente resa disponibile alla rimozione dei due guard rail sia sulla rampa di accesso al parcheggio provenendo da Ostia, che su quella di uscita in direzione Roma centro, a patto che, chi di competenza, intervenga sulla messa in sicurezza delle rampe e provveda ad una migliore organizzazione dell’area, stabilendo altresì la realizzazione di stalli di fermata di capolinea per le linee di tpl che oggi servono parzialmente ed in modo disagevole la zona. 

La rimozione di un semplice guard rail e l’ottimizzazione degli spazi renderebbe giustizia ad una delle stazioni più importanti della Capitale, in quanto collegata ai magnifici scavi archeologici di Ostia Antica, abbattendo anche barriere architettoniche che oggi non permettono a tutti di raggiungere con i mezzi pubblici un sito di tale importanza. 

Da parte del Comune di Roma, a firma del colonnello Maddiona, direttore pro tempore della programmazione e attuazione dei piani di mobilità, vi è stata piena disponibilità, ma anche la sottolineatura della obbligatorietà di una puntuale progettazione che preveda sia l’eliminazione del guard – rail che la realizzazione delle necessarie opere di organizzazione degli spazi. Il parcheggio appartiene al patrimonio indisponibile del Comune di Roma.

Sarà necessario quindi che all’insediamento della nuova Giunta Capitolina, la Città Metropolitana si faccia carico di convocare una conferenza di servizi per definire ruoli, competenze ed un crono-programma dei lavori.

Più informazioni su