Seguici su

Cerca nel sito

Si firma a sostegno di nove proposte di referendum e una petizione popolare

Il Comitato "Tarquinia difende la Costituzione e vota No" organizzerà anche tavoli di raccolta firme in città e al Lido

Più informazioni su

Il Faro on line – “Si raccolgono le firme a sostegno di nove referendum e una petizione popolare. I cittadini tarquiniesi possono firmare presso l’ufficio elettorale, situato al piano terra del palazzo comunale, in piazza Matteotti vicino all’ufficio anagrafe, nei seguenti giorni e orari: lunedì, martedì e mercoledì dalle 8 alle 11; giovedì, venerdì e sabato dalle 11 alle 14. Inoltre, saranno organizzati dei tavoli di raccolta firme in città e al Lido. Ad annunciarlo è il comitato “Tarquinia difende la Costituzione e vota No” che ha aperto anche una pagina Facebook.

“Le proposte di referendum da sottoscrivere sono nove. Uno riguarda la riforma della Costituzione Italiana che si svolgerà a ottobre e che vede schierato per il No un ampio fronte di partiti e associazioni. Quattro interessano la scuola e puntano all’abrogazione di norme sul potere discrezionale del dirigente scolastico di scegliere e di confermare i docenti nella sede; abrogazione dell’obbligo dell’alternanza scuola-lavoro; abrogazione di norme sul potere del dirigente di scegliere i docenti da premiare economicamente e sul comitato di valutazione; abrogazione di norme sui finanziamenti privati a singole scuole pubbliche o private. Due quesiti riguardano il cosiddetto “Italicum” e tendono all’abolizione dei capolista bloccati e del premio di maggioranza nell’elezione della Camera dei Deputati”.

“Due i quesiti ambientali, per l’abrogazione parziale dell’articolo 35 della legge 133/2014 così da bloccare nuovi e vecchi inceneritori e bloccare nuove attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi. Infine, c’è una petizione popolare sull’acqua pubblica. Si tratta di un’iniziativa importante e contiamo di raccogliere le firme anche in piazza e per questo stiamo cercando un consigliere comunale disposto ad aiutarci autenticando le firme raccolte” – conclude il Comitato.

Più informazioni su