Seguici su

Cerca nel sito

Gli Amministratori rinunciano all’indennità per garantire i soggiorni estivi ai ragazzi

Paliotta: "Non abbiamo defalcato i fondi destinati ai Servizi sociali anzi abbiamo deciso di rinunciare a parte delle indennità"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Per assicurare l’inserimento dei minori con handicap nelle colonie estive, 30mila euro, nel bilancio 2016, sono stati spostati dal capitolo delle indennità degli amministratori e dei consiglieri comunali a quello dell’assistenza sociale”. Questo il primo commento del sindaco Crescenzo Paliotta al termine dell’incontro con le famiglie dei ragazzi con handicap che si è svolto ieri pomeriggio in aula consiliare a cui hanno preso parte anche il vice sindaco Giuseppe Loddo, l’assessore ai Servizi sociali, Roberto Ussia e la responsabile dei Servizi sociali comunali, Simonetta Conti. L’incontro si è incentrato sulla possibilità di garantire, durante le colonie estive, adeguata assistenza ai minori diversamente e più in generale l’assistenza sociale alle fasce più disagiate.

“Abbiamo fatto presente ai genitori – ha proseguito Paliotta – le difficoltà di bilancio che ha il nostro comune soprattutto alla luce del fatto che sono venuti meno molti finanziamenti regionali. Nonostante questo, i fondi stanziati dal nostro Comune per l’assistenza sociale nel 2016 sono superiori a quelli del 2015. Questo, però, non è stato sufficiente poiché a Ladispoli, visto il continuo incremento della popolazione, sono aumentati gli utenti. Nella stesura del bilancio 2016 abbiamo dovuto tagliare in molti settori ma non abbiamo defalcato i fondi destinati ai Servizi sociali anzi abbiamo deciso di rinunciare a parte delle indennità destinate agli amministratori ed ai consiglieri comunali”.

“Serviranno comunque altri fondi e nei prossimi giorni i rappresentanti dei genitori si incontreranno con l’assessore Ussia e con la responsabile dei Servizi sociali per pianificare il programma di intervento. Ringrazio gli amministratori comunali e i consiglieri comunali per aver aderito immediatamente a questo gesto così importante” – conclude Paliotta.

Più informazioni su