Seguici su

Cerca nel sito

Patrimonio naturalistico per tutti: la parola a “Cambia Sabaudia”

Piccotti: "la nostra Associazione continuerà a battersi per la tutela e la fruizione del Lungomare ai cittadini e ai turisti"

Più informazioni su

Il Faro on line – Sulla stampa locale, è stato pubblicato un articolo dal titolo ‘Mobilità sostenibile nel comprensorio. Entro giugno i progetti per la ciclabile’. L’Associazione ‘Cambia Sabaudia’ esprime le sue perplessità: “Il lupo perde il pelo ma non il vizio – afferma il Presidente Aldo Piccotti – l’articolo fa riferimento, in particolare, a questa presunta ‘mobilità sostenibile’ che dovrebbe contribuire ad alleggerire il traffico sul litorale, ma in realtà forse si vuole nascondere il reale obbiettivo che è quello di portare, piano piano, alla chiusura del Lungomare di Sabaudia tra Torre Paola e l’Hotel Le Dune.

La nostra Associazione, da tempo, ha parlato chiaro in merito alla possibilità che del patrimonio naturalistico, balneare e turistico di Sabaudia possano godere solo pochi eletti. In questa battaglia, ci abbiamo messo  la faccia e i nomi, come è possibile verificare semplicemente visitando la nostra pagina Facebook, in cui abbiamo pubblicato ogni esposto presentato e ogni articolo giornalistico riguardante la vicenda.

Parliamo di battaglia – continua Piccotti –  perché lo è, e lo è stata! Infatti, solo dopo aver fatto intervenire i nostri legali contro la vecchia amministrazione di questo Comune, siamo riusciti a ottenere la copia del progetto della ciclabile e abbiamo proposto una alternativa, condivisa anche con altre Forze Politiche locali, senza ottenere, ovviamente, alcuna risposta. 

Auspichiamo dunque che il Commissario Prefettizio, prima di intraprendere qualsiasi iniziativa, voglia interpellare tutte le Associazioni di rappresentanza  presenti sul territorio, compresa la scrivente, per discutere ogni possibilità e proposta, inclusa la nostra. Invitiamo inoltre i cosiddetti “privati”, citati nell’articolo, a farsi conoscere per poter civilmente confrontarsi, senza remore o paure. 

Ribadiamo – conclude il Presidente di ‘Cambia Sabaudia’ – che la nostra Associazione continuerà a battersi al fine di tutelare la fruizione del Lungomare compreso tra l’Hotel Le Dune e Torre Paola ai cittadini e ai turisti, senza alcuna limitazione di sorta. 

Più informazioni su