Seguici su

Cerca nel sito

Asl sotto tiro, Calicchio: “Troppi sprechi, poca trasparenza”. La polemica

L'Assessore: "Mi colpisce la poca trasparenza. Un esempio è il Nucleo di Cure Primarie di Fiumicino e di Fregene"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Da troppo tempo si sente dire a tutti i livelli che non ci sono soldi per la sanità e per questo non si investe in servizi sanitari sul nostro territorio; una vera e propria litania sempre meno credibile alla luce dei costi altissimi che vengono sostenuti per incarichi, per non parlare degli sprechi ai quali non si mette mano, non ultimo il mistero del buco lasciato dell’affaire Israelitico che non è per niente concluso e che insiste sulla economia della nostra ASL” – lo afferma l’assessore al sociale, Paolo Calicchio.

“Per quanto riguarda gli incarichi mi risulta che il DG uscente della Asl Rm3 abbia nominato 6 Direttori di Dipartimento alla modica cifra di 250.000€/anno. Tutte nomine per le quali non immagino opportune valutazioni poiché sembra che qualcuno dei nominati abbia anche dei conflitti di interesse o situazioni di incompatibilità.

Il sospetto è che si sia usato per queste nomine il classico manuale Cencelli mentre, visti i tempi e la crisi, forse si sarebbe dovuto usare massima trasparenza e un po’ più di economicità nel conferire stipendi.
Per quanto riguarda gli sprechi mi colpisce la poca trasparenza con cui si vogliono far passare i costi di servizi esistenti sul nostro territorio giustificando con essi i mancati investimenti per altri servizi altrettanto essenziali per la nostra città.
Un esempio: il Ncp (Nucleo di Cure Primarie) di Fiumicino e di Fregene”.

Più informazioni su