Seguici su

Cerca nel sito

Il mare, motore per ripartire: la ricetta di Adolfo Catacci

Catacci: "Mare, depurazione e servizi. Solo così Nettuno può rinascere"

Più informazioni su

Il Faro on line – Dalla convinzione che Nettuno possa rinascere soltanto valorizzando la sua risorsa primaria prende vita il progetto del candidato sindaco di Rinascita e Rinnovamento, Adolfo Catacci.

“Nessuno sembra rendersi conto di quanto il nostro mare sia maltrattato e poco valorizzato in una città che dovrebbe vivere grazie a quello, che dovrebbe fare del turismo la sua carta vincente, dei servizi il fiore all’occhiello – dichiara – Ci siamo resi conto, in tutti questi anni durante i quali le potenzialità di Nettuno non sono state comprese, né sfruttate, che per ripartire basterebbe pensare a un piano di sviluppo turistico fatto di commercio, servizi, interventi di riqualificazione urbana”. 

Turismo e commercio al centro del programma del candidato. “Una città, la cui principale risorsa economica è il mare, deve saper investire sul proprio territorio in maniera sostenibile, rivalutando il patrimonio cittadino. Una destinazione turistica deve saper strutturare le proprie risorse e attrattive, unendole ai servizi e alle offerte, in modo da costituire veri prodotti turistici territoriali. Servono politiche attive in favore dei commercianti, mirate al rilancio e alla riqualificazione delle attività esistenti, che purtroppo vanno incontro ad una sempre crescente desertificazione”. 

Prendersi cura del proprio mare è il primo passo, secondo Catacci, per rimettere in moto turismo e lavoro. “La civiltà di un popolo si misura anche attraverso il rispetto che pone verso l’ambiente. In una città a vocazione turistica questo diviene punto imprescindibile dell’azione amministrativa. In un territorio come il nostro dove sono presenti importanti poli inquinanti (Tturbogas, centrale nucleare di Borgo Montello, discarica di Borgo Montello, discarica in zona Le Grugnole, centro compostaggio Kyklos), si rende necessario l’analisi delle condizioni attuali di vivibilità e di inquinamento dell’ambiente, prima di procedere a qualsivoglia azione amministrativa.

L’acqua è sporca – continua il candidato –  per quale motivo un turista dovrebbe scegliere le spiagge di Nettuno? Il sistema di depurazione non funziona, tutta la sporcizia finisce in mare. Per non parlare dell’assetto urbanistico. Per ripartire è necessaria una grande attenzione alla riqualificazione urbanistica.

Una città con alto grado di vivibilità crea persone migliore. Finora il degrado della nostra città è stato lasciato crescere a dismisura – conclude Catacci – ora è indispensabile intervenire per consentire migliori condizioni di vita per tutti i cittadini ed in tutti i quartieri. Non è necessario scardinare l’assetto della città, né attuare azioni particolarmente invasive e di segno forte ma investire nel ripristino di una armonia e di una bellezza già esistenti. Bisogna solo farle riaffiorare”. 

Più informazioni su