Seguici su

Cerca nel sito

Ostiamare: Roberto Coscia nominato nuovo mister per la Juniores Nazionale

Coscia: "Sono davvero contento. Approdo in una Società importante, che ritengo tra le primissime di Roma"

Più informazioni su

Il Faro on line – Dopo aver ufficializzato il nuovo tecnico della Prima Squadra e aver comunicato la lista completa degli allenatori per il Settore Giovanile 2016-2017, l’Ostiamare ufficializza il mister che guiderà la Juniores Nazionale nella prossima stagione agonistica: è il giovane e preparato Roberto Coscia, ex San Cesareo (dapprima alla guida della Juniores, con la quale è riuscito nell’impresa di vincere il Titolo Nazionale al termine della stagione 2014-2015, e poi con la Prima Squadra castellana). 

Roberto Coscia succede dunque a Claudio Franci (entrambi peraltro legati da un grande rapporto di amicizia e di stima) al quale viene poi rivolto un plauso per quanto di buono fatto con i ragazzi della Juniores, giunti secondi nella regular season di quest’annata e poi ad un passo dai quarti della Fase Finale. 

Proprio dal nuovo allenatore della Juniores lidense arrivano parole di grande felicità per questa nuova avventura che inizia a Via Amenduni, alla corte del Presidente Lardone: “Sono davvero contento. Approdo in una Società importante, che ritengo tra le primissime di Roma. Ringrazio la dirigenza e il Direttore, Fabio Quadraccia, per quest’opportunità, che ho colto con grande voglia ed entusiasmo. Dopo San Cesareo avevo davvero necessità di cambiare aria, e Ostia è secondo me la scelta giusta per ripartire. Sono carico e pronto a far bene”.

Passaggio del testimone con l’esperto Franci che ha fatto il suo buon lavoro con i ragazzi del ’98 (quasi tutti sotto età, ndr) fuori dalla Fase Finale anche per un pò di sfortuna a causa di quel palo colto su rigore da Spanò nel ritorno degli ottavi col Poggibonsi.

Sappiamo che tra di voi c’è un ottimo rapporto. Avete parlato? Cosa vi siete detti? 
” Abbiamo parlato molto sia durante l’anno che in questi giorni. Con Claudio c’è un grande rapporto. Siamo amici e devo dire che ha fatto un ottimo lavoro. Nel calcio conta molto anche la fortuna e un pizzico di quella è sicuramente mancata nell’episodio che hai citato e che avrebbe potuto regalare un finale diverso. L’anno precedente, parlando della mia grandissima avventura con i ragazzi del San Cesareo, sicuramente il trionfo finale è arrivato in primis per la bravura dei calciatori ma anche per un pò di fortuna che non è mancata e che non guasta mai” 

Hai citato quella che, sicuramente, è fino ad oggi, l’emozione professionale più bella e importante della tua giovane carriera. San Cesareo Campione d’Italia Juniores il 13 Giugno 2015, al termine della finale vinta per 1 a 0 contro il Padova con rete di Alonzi. Come è stata quella giornata? 
” Un qualcosa di indescrivibile e di indimenticabile, soprattutto. Il coronamento di un’annata strepitosa, e il merito è stato tutto di un gruppo di ragazzi eccezionale. Portare il titolo italiano a Roma non è qualcosa che si fa tutti i giorni, e quindi sia pe la Società che per i ragazzi che per me stesso è qualcosa che rimarra sempre nel cuore. Ora però penso solamente a fare bene in questa Società” 

Inizia, dunque, il lavoro a Ostia, dove tradizionalmente, e come consacrato anche dalla vittoria della Classifica Giovani “D” Valore, ci sono tanti giovani di talento che vengono valorizzati dal lavoro quotidiano di staff di grande livello.

Come si presenta mister Coscia e come sarà questa Juniores? In bocca al lupo per quest’esperienza in biancoviola! 
“Ho già visto che ci sono tanti ragazzi di valore, sia del ’98 che del ’99 che già si sono messi in luce e che si stanno comportando bene anche in Rappresentativa. La qualità non manca di certo, ne ho parlato già ampiamente con il Direttore Quadraccia e stiamo cercando di preparare al meglio il gruppo per la prossima stagione. Abbiamo il materiale umano per lavorare bene e per fare calcio. Ci mettiamo dunque sotto, per far bene e – perchè no – portare il Titolo Italiano ad Ostia!” 

Più informazioni su