Seguici su

Cerca nel sito

Il progetto su via Torre Clementina non piace: scende in campo Confcommercio

Chiesto il cambio di progetto per quanto riguarda i posti in linea sul lato destro. Ignorata dal Comune una lettera datata 11 aprile. Del Monaco: "Silenzio assoluto"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il progetto per la nuova viabilità su via Torre Clementina non piace; e ciò che piace ancora meno è l’assoluta mancanza di confronto reale di un’ipotesi che andrebbe a cambiare profondamente l’assetto cittadino. Ne è convinto il presidente della Confcommercio locale, Franco Del Monaco. “Tenga presente – mi spiega nel corso di un’intervista telefonica – che l’11 aprile 2016 ho inviato formalmente una lettera alla Segreteria del sindaco Montino, all’Assessorato Attività produttive e a quello che si occupa di Cultura e turismo.
Nella lettera parlavo del progetto di  ristrutturazione viaria per Torre Clementina, e spiegavo che Confcommercio, dopo aver preso visione del progetto di ristrutturazione del quadrante Palazzo Noccioli  via Torre Clementina, anche alla luce della precedente esperienza ed organizzazione del cosiddetto centro commerciale naturale, riteneva pertinente la proposta di un gruppo di operatori economici della zona di prevedere anche parcheggi in linea lato destro tenuto conto del senso unico che si sarebbe andato a creare. Auspicavamo soluzioni che aiutassero le attività di vicinato… “

“Niente, nessuno ci ha risposto, né tantomeno convocato. Il silenzio assoluto, come se questo cambio epocale fosse solo roba di palazzo. Invece è proprio in queste situazioni che l’interscambio con la collettività deve essere totale: associazioni di categoria, pro loco e organizzazioni territoriali vanno ascoltate, e le loro proposte vanno almeno discusse. Invece – conclude Del Monaco – di quattro assessorati interessati (urbanistica, lavori pubblici, attività produttive, cultura e turismo) non ce n’è stato uno che si è degnato di chiamarci. Solo la Galluzzo tempo fa ha fatto un incontro, invitando però sempre i soliti noti. Manca il combinato disposto tra chi decide e chi deve poi eseguire”.

La delusione – e l’allarme – di Del Monaco fa il paio con quello lanciato proprio dalle colonne del nostro giornale tempo fa da una delegazione di commercianti locali: “La querelle è sulla prevista eliminazione di una parte dei parcheggi lungo via Torre Clementina, lato destro andando verso il mare – dicevano sempre lo scorso aprile -. Il tutto per far posto a un marciapiede molto pronunciato. 

L’idea di fondo è quella di non esagerare con l’area marciapiede che, pur allargata di moltissimo, potrebbe comunque lasciare il posto per un parcheggio in linea. Soprattutto in considerazione del fatto che via Torre Clementina diventerà a senso unico. Non solo, ma l’istituzione di parcheggi ad orario faciliterebbe gli eventuali clienti delle attività commerciali diverse dai ristoranti (quelle cioè dove l’utente non si ferma per oltre mezz’ora ma entra per fare compere e poi va via) e determinerebbe anche un’entrata per il Comune”. 
Parole che, a tutt’oggi, non hanno trovato alcun riscontro in Amministrazione.

Più informazioni su