Seguici su

Cerca nel sito

Progetto Pace o Guerra: il 6 giugno presentazione della mostra documentaria

L'assessore Cennerilli: "Siamo certi che l’esperienza fatta dai nostri giovani abbia favorito la nascita di un interesse verso il mondo della storia”

Più informazioni su

Il Faro on line – Lunedì 6 Giugno alle ore 15.00 si conclude un intenso lavoro che ha coinvolto 200 studenti. Nell’aula consiliare del Comune di Cerveteri, al Palazzo del Granarone si terrà la presentazione della mostra documentaria a conclusione del Progetto “Pace o Guerra; il 1914 e i dilemmi del Novecento”.
Il Progetto costituisce una unica grande manifestazione che riunisce otto comuni (Anguillara Sabazia, Bracciano, Campagnano Romano, Cerveteri, Formello, Mazzano Romano, Oriolo Romano, Tolfa), la Soprintendenza Archivistica del Lazio, scuole e numerosi altri partner tra i quali l’Istituto Luce, l’Istituto Storico per il Risorgimento.
Un progetto culturale ampio (capofila il Comune di Bracciano) che prevede incontri nelle scuole, eventi ed iniziative in ognuno dei comuni interessati che ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Lazio di 75.600 euro, a valere sulla legge regionale n. 26/2009. Il progetto vede come capofila il Comune di Bracciano.

Il coordinatore Francesco Fochetti, la bibliotecaria Gea Copponi e gli esperti dell’associazione Artemide Guide, Daniele Medaino e Nicole Sannino, hanno predisposto un programma di lavoro didattico e di ricerche storiche da attuare sul territorio di Cerveteri, attraverso l’adesione al progetto delle classi di terza media dell’Istituto comprensivo Salvo d’Acquisto e dell’Istituto comprensivo Marina di Cerveteri. Sono state coinvolte nel progetto 8 classi dei 2 istituti, per un totale di circa 200 studenti.

Le attività, avviate nel mese di novembre 2015, hanno visto una serie di incontri propedeutici con i docenti, tenuti dal coordinatore e da Patrizia Cacciani dell’Istituto Luce e successivamente dei seminari presso le singole sedi scolastiche, con conferenze, proiezione di filmati, visione, studio e commento di documenti.

Le professoresse Paola Olmi, Tina di Bitonto e Stefania Maccioni del Salvo d’Acquisto, Nicoletta Retico, Lidia di Paolo, Manuela Cito, Giorgia Minnucci e Cinzia Totino per Marina di Cerveteri, hanno guidato i loro studenti in un percorso di ricerca storica che li ha visti impegnati in ricerche sui fondi dell’archivio storico comunale e sulle carte familiari.
Sono state inoltre svolte ricerche sulla toponomastica locale, in relazione alle intitolazioni a uomini e fatti della Grande Guerra corredate da quella sul Monumento ai Caduti, a cui è stato dedicato un seminario a cura di Rita Papi.

Analogo percorso è stato fatto presso l’aeroporto militare di Furbara, operativo già durantela GrandeGuerra.
Una serie di visite guidate al Museo del Risorgimento e Altare della Patria ha concluso gli incontri di studio che ora vedranno la loro conclusione attraverso la mostra documentaria, allestita dagli studenti, dove tutte le esperienze e i lavori di ricerca verranno assemblati in modo organico in un percorso di immagini, filmati e suoni che condurrà i visitatori nel teatro dei fatti di guerra avvenuti un secolo fa e che tanto incisero sulla storia nazionale.

Gli organizzatori si augurano che l’esperienza fatta dai nostri giovani storici li abbia aiutati ad acquisire coscienza del modo in cui la storia viene conservata e i fatti ricostruiti e un grazie alle insegnanti che con professionalità e impegno li hanno accompagnati.

“Ringraziamo di cuore tutti i curatori del progetto, le scuole e il corpo docenti, e tutti gli esperti che hanno dato il proprio fondamentale contributo – ha detto Francesca Cennerilli, Assessora alla Scuola – siamo certi che l’esperienza molto originale fatta dai nostri giovani abbia favorito la nascita di una nuova curiosità e interesse verso il mondo della storia”.
 
Ufficio Stampa: Villani Comunicazione – info: progettopaceoguerra@tiscali.it

Più informazioni su